Eventi

Gli eventi a Siena e dintorni

 

  • sab
    18
    Nov
    2023
    sab
    20
    Apr
    2024
    Siena Santa Maria della Scala

    AUTISMO, UN MUSEO PIÙ INCLUSIVO CON “ART FOR ALL – LIBERI DI SPERIMENTARE”

    Dal 18 novembre al Santa Maria della Scala al via i percorsi museali destinati a bambini e ragazzi con disabilità cognitiva
    Tutti dovrebbero avere la possibilità di visitare un museo, apprendere e farsi accompagnare alla scoperta dell’arte: non sempre però è così, perché non tutti hanno la stessa facilità a seguire un percorso museale ‘standard’. Nasce così, all’interno del Santa Maria della Scala di Siena, l’iniziativa “Art for all – Liberi di sperimentare” dedicato a bambini e ragazzi con disturbo dello spettro autistico.
    La proposta culturale nasce all’interno del progetto “L’arte risveglia l’anima” della Regione Toscana che ha permesso agli educatori del Santa Maria della Scala di frequentare un corso di formazione studiato appositamente per realizzare percorsi museali accessibili e pienamente fruibili da bambini e ragazzi con disturbo dello spettro autistico. Il format del corso era impostato su due fasi di formazione che hanno fatto lavorare gomito a gomito gli educatori museali e quelli specializzati in autismo della Cooperativa Sociale Tabit sia in fase di progettazione del servizio sia nella sperimentazione di attività e percorsi all’interno del museo, con l’obiettivo di unire le competenze per realizzare visite guidate speciali in grado di attivare più canali sensoriali e offrire numerose stimolazioni, senza però, sovraccaricare e creare ‘rumore’ cognitivo. Attraverso i percorsi studiati con tempi e modalità pensate per questi speciali visitatori, i bambini e i ragazzi affetti dallo spettro autistico possono realmente vivere il museo, un luogo storico e prezioso della loro città, come uno spazio di piacevolezza e benessere.
    Il primo appuntamento di “Art for all – Liberi di sperimentare” è previsto per il prossimo 18 novembre: per partecipare e avere maggiori si può telefonare allo 0577.534531 ( lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9 alle ore 13) o scrivere una mail a educazione@santamariadellascala.com
    La partecipazione agli incontri, che si svolgeranno dalle ore 10 alle ore 11.30, è gratuita ma la prenotazione obbligatoria. Sono già in calendario gli appuntamenti del 2024: 20 gennaio, 16 marzo e 18 maggio per i bambini, 17 febbraio e 20 aprile per i ragazzi.
    “Art for all – Liberi di sperimentare” si inserisce nelle azioni portate avanti dalla Fondazione Antico Ospedale Santa Maria della Scala per un museo senza barriere che vede tra le altre la scoperta dei tesori del museo attraverso l’avatar, le visite guidate per gli anziani affetti da Alzheimer e i percorsi per i non vedenti.

  • ven
    24
    Nov
    2023
    dom
    25
    Feb
    2024
    Siena Santa Maria della Scala

    LE COINCIDENZE ARTISTICHE DI GAVAZZI IN MOSTRA AL SANTA MARIA DELLA SCALA

    Dal 24 novembre il complesso museale racconta la storia dell’artista e restauratore con una rassegna di opere realizzate in mezzo secolo di attività
    L’amore per l’arte ha guidato tutta la vita e la carriera di Giuseppe Gavazzi. Una passione che non solo l’ha portato a creare opere scultoree nei materiali più diversi ma anche a dedicarsi al restauro di capolavori dei maestri medievali e rinascimentali.
    A raccontarne la storia sarà la mostra “Giuseppe Gavazzi. Una perfetta coincidenza”, promossa dalla Fondazione Antico Ospedale Santa Maria della Scala e dal Comune di Siena e curata da Mauro Civai, Andrea Sbardellati, Enrico Toti, in programma dal prossimo 24 novembre al 25 febbraio 2024 nei Magazzini della Corticella del museo Santa Maria della Scala. L’esposizione propone una completa rassegna di opere realizzate in oltre un cinquantennio che raccontano una lunghissima e luminosa carriera. Le sculture raffigurano prevalentemente la figura umana, resa nei suoi atteggiamenti quotidiani e spontanei: modellate in terracotta, in stucco o in legno e poi colorate attraverso l’uso di raffinati effetti cromatici realizzati con l’impiego di terre naturali lavorate direttamente nel suo studio pistoiese, le opere percorrono gli itinerari della grande arte scultorea del Novecento italiano. Una esperienza che suggerisce intrecci ricorrenti e incontra frequenti consonanze, fino a sublimarsi in quella che appare una ‘perfetta coincidenza’ di intenti, di pratiche, di risultati.
    Il più straordinario e produttivo di questi intrecci, nati magari in modo fortuito ma poi divenuti elementi fondanti del solido bagaglio formale di questo grande scultore, è quello che gli ha consentito di trasferire nell’attività artistica le tecniche acquisite grazie alla sua lunghissima carriera di restauratore di dipinti murali, in una fortunata e sempre viva osmosi tra questi due fondamentali aspetti della sua esperienza umana e professionale.
    Altrettanto intrigante nelle sue opere è la profonda e necessaria interrelazione tra la scultura che si sostanzia in una plasticità per certi aspetti ancestrale e l’intervento della pittura che modella ulteriormente le forme secondo un disegno ricercato e sempre nuovo, affondando le sue profonde radici nell’eleganza della stagione che condusse i suoi antenati toscani a entrare trionfalmente nel Rinascimento. Maestro d’arte e di restauro, Gavazzi è infatti conosciuto e apprezzato in tutto il mondo non soltanto per le sue sculture, ma anche per aver ridato nuova vita ai capolavori realizzati da alcuni dei principali interpreti dell’arte medievale e rinascimentale come Duccio di Buoninsegna, Giotto, Simone Martini, Ambrogio e Pietro Lorenzetti, Paolo Uccello, Piero della Francesca, Pinturicchio e molti, molti altri ancora.
    GIUSEPPE GAVAZZI. Una perfetta coincidenza
    a cura di Mauro Civai, Andrea Sbardellati, Enrico Toti
    24 novembre 2023-25 febbraio 2024
    Magazzini della Corticella
    Siena, complesso museale Santa Maria della Scala
    Inaugurazione
    23 novembre ore 18.30, magazzini della Corticella

  • gio
    11
    Gen
    2024
    sab
    24
    Feb
    2024
    Siena

    APERTURE STRAORDINARIE A PALAZZO CHIGI PICCOLOMINI ALLA POSTIERLA
    Riprendono le aperture straordinarie a Palazzo Chigi Piccolomini alla Postierla, uno dei più bei palazzi nobiliari cittadini, dove si conservano quadri, affreschi, opere plastiche e arredi del Cinquecento e Seicento senese.
    Le aperture saranno gratuite e si terranno il giovedì dalle ore 14:00 alle ore 18:00 e il sabato dalle ore 9:00 alle ore 13:00 dall’11 gennaio al 24 febbraio

  • sab
    02
    Mar
    2024

    La Classica del Nord più a Sud d’Europa, in programma il 2 marzo, si rinnova con l’inserimento per entrambe le prove di un circuito finale da ripetere due volte. La gara maschile supera per la prima volta i 200 km. Previsti 12 settori di sterrato per le donne e 15 per gli uomini. Record di iscrizioni per la Gran Fondo di domenica 3 marzo con oltre 7000 partecipanti. Anche quest’anno verrà attuato il progetto Ride Green in collaborazione con Sei Toscana.

    Si avvicina il grande weekend delle Strade Bianche che il 2 marzo aprirà la stagione delle corse italiane di categoria UCI World Tour e UCI Women’s World Tour targate RCS Sport. La Classica del Nord più a Sud d’Europa si rinnova aumentando chilometraggio e settori di sterrato sia nella versione femminile (137 km con 12 settori per 40 km di Strade Bianche) che in quella maschile (215 km con 15 settori per 71 km di Strade Bianche) grazie all’introduzione di un circuito finale da ripetere due volte per permettere al pubblico di assistere a più passaggi di entrambe le corse. Domenica 3 marzo toccherà poi ai cicloamatori che si cimenteranno nella Gran Fondo Strade Bianche Enel Green Power, uno degli eventi più attesi dell’anno per la categoria che vede già oltre 7000 iscritti, pronti a cimentarsi sulle Crete Senesi battute il giorno prima dai professionisti.