Eventi

Gli eventi a Siena e dintorni

 

  • ven
    14
    Mag
    2021
    dom
    31
    Ott
    2021
    Siena

    BIGLIETTAZIONE INTEGRATA FRA PINACOTECA NAZIONALE DI SIENA, SANTA MARIA DELLA SCALA, MUSEO CIVICO E TORRE DEL MANGIA

    Da sabato 8 maggio 2021, al via la bigliettazione integrata fra la Pinacoteca Nazionale di Siena, Santa Maria della Scala, Museo Civico e Torre del Mangia
    Una nuova tappa dell’accordo di valorizzazione fra la Direzione regionale musei della Toscana e il Comune di Siena per la realizzazione di un “Sistema museale cittadino di Siena”

    Dall’8 maggio 2021 sarà possibile usufruire di biglietti integrati che permetteranno di visitare con un costo ridotto i principali musei civici e statali senesi.
    Continua l’impegno avviato nel luglio del 2017 fra il Mibact (oggi Mic), attraverso la Direzione generale Musei e il Comune di Siena, con la firma dell’accordo di valorizzazione fra la Direzione Regionale Musei della Toscana e il Comune per la realizzazione di un “Sistema museale cittadino di Siena”.
    Partendo da quell’accordo, nel 2017 sono state definite le modalità della  gestione del Museo Archeologico Nazionale da parte del Comune di Siena; nel 2018 è stata trasferita presso il complesso museale del Santa Maria della Scala, nel nuovo allestimento della Cappella dele Reliquie, l’Arliquiera di Lorenzo di Pietro detto il Vecchietta; mentre nel febbraio del 2021 è stato siglato un ulteriore accordo per l’esposizione nel Complesso di Santa Maria della Scala di tutti i dipinti della collezione Piccolomini Spannocchi, per la maggior parte di pertinenza della Pinacoteca Nazionale di Siena.
    All’interno di questo percorso, grazie al nuovo recente accordo siglato fra la Direzione Regionale Musei della Toscana – Pinacoteca Nazionale di Siena e il Comune di Siena. si aggiunge oggi un altro importante passaggio, che offre la possibilità, dall’8 maggio 2021, di acquistare un biglietto integrato fra i Musei civici e la Pinacoteca Nazionale di Siena. Il biglietto include la visita alla Torre del Mangia con Palazzo Pubblico e al Santa Maria della Scala.
    Le tipologie di biglietti che includono la Pinacoteca Nazionale possono prevedere la visita, con tre tariffe diverse, a tutti i musei civici o solo uno di questi. Il loro acquisto sarà possibile presso le biglietterie di Santa Maria della Scala e di Palazzo Pubblico.
    L’inclusione nei biglietti integrati della Pinacoteca Nazionale di Siena, uno dei principali e più importanti musei della città, renderà più semplice e completa l’offerta culturale della città, con indubbi vantaggi per il tessuto cittadino e per il circuito turistico.

    Per il dettaglio sulle diverse tipologie di biglietti integrati si veda:
    https://pinacotecanazionale.siena.it/luoghi/pinacoteca-nazionale-di-siena/
    http://www.polomusealetoscana.beniculturali.it/index.php?it/211/siena-pinacoteca-nazionale
    https://www.santamariadellascala.com/it/
    https://www.comune.siena.it/La-Citta/Cultura/Strutture-Museali/Museo-Civico

  • mar
    01
    Giu
    2021
    gio
    30
    Set
    2021
    Siena Fortezza Medicea

    VIVI FORTEZZA 2021, L’ESTATE STA FIORENDO

    Dal primo giugno al 30 settembre la Fortezza Medicea di Siena ospiterà la terza edizione di Vivi Fortezza

    Manca poco alla terza edizione di Vivi Fortezza. Il progetto di rivalorizzazione della Fortezza Medicea di Siena anche quest’anno vivacizzerà uno degli spazi più suggestivi della città. Dal primo giugno al 30 settembre, musica, sport, cultura, cibo e benessere troveranno la propria casa speciale nel Forte di Santa Barbara. Il momento clou sarà sicuramente il concerto di Gianna Nannini del 17 luglio (inizio alle 21.30).

    Il programma della manifestazione, realizzato dall’associazione Propositivo (Pro +), è il terzo atto del rilancio del complesso della Fortezza, come voluto dall’assessorato al Turismo del Comune di Siena.

    Vivi Fortezza 2021, in un’ottica di attenzione alla sostenibilità ambientale, usufruirà di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili. Non solo, sarà rafforzata anche la promozione all’uso di stoviglie compostabili al 100%.

    In occasione degli Europei di calcio, un led wall farà vedere le immagini delle partite più interessanti del torneo continentale.

    Anche l’edizione di quest’anno, come del resto quella passata, sarà basata sulle norme di distanziamento e di tutela appropriate, per permettere a tutti i partecipanti, grandi e piccini, senesi e non, di poter vivere momenti di svago, di benessere e di approfondimento culturale senza preoccupazioni. Gli orari saranno modulati nel tempo seguendo le relative disposizioni governative.

    Le rassegne principali della manifestazione saranno sei: musica, arte&cultura, sport&wellness, food&fiere, bambini, e cinema.  A tutte le ore del giorno sarà possibile passare in Fortezza per trovare qualcosa d’interessante. Non mancheranno, inoltre, i punti di somministrazione, luoghi dove poter abbinare bibite rinfrescanti a viste spettacolari.

    In occasione di eventi speciali, nella pizzeria del piazzale si alterneranno realtà gastronomiche del territorio, che proporranno menu sfiziosi e innovativi.

    I PARTNER DI VIVI FORTEZZA 2021

    Comune di Siena, Siena Jazz, Università degli Studi di Siena, Fondazione Monte dei Paschi di Siena, InSiena, Alleanza Territoriale Carbon Neutrality di Siena.

    INFO

    Pagina Facebook: Vivi Fortezza Siena

    Twitter: Vivi Fortezza (@ViviFortezza)

    Instagram: Vivi Fortezza

    Sito web: www.vivifortezza.it

    Mail: info@vivifortezza.it

  • ven
    04
    Giu
    2021
    gio
    30
    Set
    2021
    Siena

    “ESTATEVENTI SIENA 2021”

    Lo spettacolo dal vivo in città e nei quartieri con la rassegna estiva dei Teatri di Siena

    Da giugno a settembre grandi ospiti nazionali, teatro di strada e compagnie artistiche del territorio

    Finalmente lo spettacolo dal vivo torna in città e nei quartieri. Dopo lo stop forzato imposto dalla pandemia i Teatri di Siena ripartono da un cartellone artistico e multidisciplinare ricco di grandi eventi. Da giugno a settembre protagonisti dell’estate senese nomi illustri della scena nazionale, a partire dal direttore artistico dei teatri comunali, Alessandro Benvenuti, presente sul cartellone con il suo ultimo spettacolo “Panico ma Rosa” e compagnie del territorio.

    Tra gli altri ospiti della città del Palio Massimo Lopez e Tullio SolenghiGiorgio PanarielloPiero Pelù e Aldo CazzulloDrusilla FoerDebora Villa e la Compagnia Lombardi-Tiezzi. Grande spazio alle compagnie locali, al teatro di figura e al teatro di strada. Prosa, danza, musica e libri si incontreranno fra i più suggestivi spazi cittadini come Piazza del Campo, Piazza Iacopo della Quercia, Logge del Papa, Fontebranda e le Fonti di Follonica. Location della rassegna estiva anche i quartieri di San Miniato e Isola d’Arbia, col fine di portare il teatro dentro e fuori dalle mura.

    Per la stagione estiva 2021 non saranno attivate forme di abbonamento ma solo tariffe ad ingresso differenziate. Per gli spettacoli di giro nazionale: 1° settore 35 Euro, 2° settore 20 Euro, 3° settore 10 Euro. Per gli spettacoli prodotti dalle compagnie del territorio 15 Euro, settore unico.

    IL CARTELLONE

  • sab
    05
    Giu
    2021
    dom
    31
    Ott
    2021
    Siena

    SIENA, RIAPRE LA TORRE DEL MANGIA

    Dopo la chiusura forzata a causa della pandemia da Covid-19, da mercoledì 2 giugno sarà finalmente possibile tornare sulla Torre del Mangia a Siena.
    Potranno salire gruppi di 12 persone ogni 45 minuti.
    Questi gli orari di apertura : 10.30 – 13,30 e 14,15 – 18,00 (ultimo ingresso 17,15 )
    Dalle ore 13,30 alle ore 14,15 l’ingresso è sospeso per sanificazione.

  • gio
    01
    Lug
    2021
    gio
    30
    Set
    2021
    Siena

    DAL 1 LUGLIO NUOVI ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO DEL MUSEO CIVICO, DEL SANTA MARIA DELLA SCALA E DELLA TORRE DEL MANGIA

    Dal 1 luglio nuovi orari di apertura al pubblico del Museo Civico, del Santa Maria della Scala e della Torre del Mangia

    Da giovedì 1 luglio il Museo Civico e il Santa Maria della Scala saranno aperti al pubblico tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 19 con  chiusura delle biglietterie alle 18,15.

    Le Torre del Mangia sarà aperta tutti i giorni dalle 10 alle 19  le visite avverranno per fasce orarie con turni ogni 45 minuti a partire dalle ore 10 e con chiusura della biglietteria alle 18.15. Inoltre, dalle 13,45 alle 14,30, la Torre rimarrà chiusa al pubblico per consentire le operazioni di sanificazione previste dal Protocollo sanitario.

    Tutte le domeniche fino al 25 luglio, la biglietteria di Piazza Duomo, presso il Museo Santa Maria della Scala, sarà aperta dalle ore 9.

  • mar
    13
    Lug
    2021
    mer
    13
    Ott
    2021
    Siena

    VIAGGIO NELL’ANIMA

    Dal 13 luglio al 13 ottobre, il Complesso Museale del Santa Maria della Scala ospita la mostra dell’artista senese dedicata al tema “dell’andare”
    “Viaggio nell’anima”: a Siena la personale di pittura di Daniele Zacchini
    Un itinerario per tappe “emozionali” che invita alla disconnessione, alla contemplazione, all’intimità
    Un viaggiatore moderno che usa il colore come vera e propria unità di misura per disegnare spazio, luce, profondità e raccontare le esperienze del suo “andare”.
    C’è questo e molto altro nella mostra “Viaggio nell’anima”, la personale di pittura di Daniele Zacchini che, fino al prossimo 13 ottobre, è ospitata a Siena, nel complesso museale di Santa Maria della Scala.
    È il viaggio il tema su cui si incentra il lavoro di Zacchini: ventotto opere di diverse dimensioni con cui l’artista prende per mano il visitatore e, attraverso il colore che diventa evocativo di esperienze, rumori, profumi, condivide con lui le esperienze che ha vissuto nei luoghi rappresentati.
    Dalla neve a New York, alla fioritura dei ciliegi a Hanami, dalle strade di Chicago, alla notte di Djerba e ancora Venezia, Positano, Napoli, le isole della Grecia, Daniele Zacchini ci offre una sorta di taccuino di viaggio emozionale, le cui tappe sono dipinte.
    La sua pittura coglie paesaggi che diventano stati d’animo e diventano un itinerario spirituale “universale” nel quale ciascuno viene invitato a perdersi per poi ritrovarsi.
    L’allestimento curato da Andrea Milani e Stefano Neri suggerisce e amplifica il senso di un continuo movimento: in un’epoca di viaggi virtuali raccontati freneticamente via “social”, qui il coinvolgimento è così diretto, potente, totale. L’opera d’arte diventa “medium” capace di trasferire emozioni, provocando interpretazioni intime e personali.
    Il tema del viaggiare, diventa occasione di un “muoversi” interiore, ovvero di trasformazione. Così, attraverso la disconnessione si recupera un tempo lento e dilatato, che lascia spazio alla riflessione, alla contemplazione, alla fantasia.
    Daniele Zacchini, senese, inizia la sua formazione nell’Istituto d’Arte della sua città per poi sviluppare una lunga serie di esperienze artistiche che lo hanno portato a affinare l’attuale linguaggio espressivo che vede nella pittura la via privilegiata.
    La mostra è aperta tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 19.00 (ultimo ingresso ore 18.15). L’accesso alla mostra è incluso nel biglietto di ingresso al museo.
    Informazioni: complesso museale Santa Maria della Scala – piazza del Duomo, 1 – 53100 Siena; CALL CENTER 0577 286300 (dal lunedì al venerdì ore 8.30 -17.00)
    infoscala@comune.siena.it; www.santamariadellascala.com

    Siena, complesso museale Santa Maria della Scala
    13 luglio – 13 ottobre 2021
    ENTE PROMOTORE
    Comune di Siena
    SPONSOR TECNICI
    ChiantiBanca
    Immagine Studio, Monteroni d’Arbia
    Pampaloni, Siena
    Quastampa -stampa digitale, Poggibonsi
    Francesco Passaponti
    GRAFICA
    Immagine Studio
    ORARI
    Tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 19.00 (ultimo ingresso ore 18.15)
    BIGLIETTI
    L’accesso alla mostra è incluso nel biglietto di ingresso al museo
    INFORMAZIONI
    Complesso museale Santa Maria della Scala – piazza del Duomo, 1 – 53100 Siena
    CALL CENTER 0577 286300 (dal lunedì al venerdì ore 8.30 -17.00)
    infoscala@comune.siena.it
    SITO WEB
    www.santamariadellascala.com

  • mar
    20
    Lug
    2021
    mer
    20
    Ott
    2021
    Siena Santa Maria della Scala

    DI SEGNI E DI SOGNI DI LORENZO MARINI

    Il Complesso Museale Santa Maria della Scala ospita dal 20 luglio al 20 ottobre 2021 la mostra DI SEGNI E DI SOGNI di Lorenzo Marini.
    Non si tratta di una mostra tradizionale ma di un viaggio itinerante tra cinque installazioni, l’ultima delle quali nella Piazza del Campo.
    Il progetto ha come tema centrale l’interpretazione creativa delle lettere liberate, nelle loro più disparate dimensioni linguistiche.
    Dopo l’importante mostra tenuta a Venezia presso la Fondazione Bevilacqua La Masa, gli inediti al Gaggenau hub di Milano e la personale ancora in corso a Los Angeles presso l’Istituto Italiano di Cultura, Siena ospita una mostra che celebrail percorso artistico del creatore della corrente “TypeArt”, liberando definitivamente le lettere.
    “Siena è una città unica al mondo, una cornice culturale dove l’importanza della tradizione viene celebrata per contrasto da un linguaggio così innovativo e sperimentale. Per me le lettere sono nate libere e come gli uomini sono creature sociali ma anche individuali. È tempo di celebrare la bellezza della geometria che le compone e lasciare il gregge della tipologia alfabetica. Non sono necessarie solo per leggere o per scrivere, ma anche per alimentare la fantasia”.Così commenta Lorenzo Marini il suo legame con Siena e l’importanza di questa mostra.
    Il curatore Luca Beatrice scrive: “L’unione delle lettere forma parole, dunque significati che mutano a seconda dell’idioma. All’origine però sono segni, immagini. Su questo concetto apparentemente semplice, eppure fondativo nella storia dei linguaggi lavora Lorenzo Marini. Utilizzare gli elementi prima della comunicazione e trasformarli in fantasmagoria visiva attraverso associazioni cromatiche indotto. Nell’arte di Marini siamo noi a scegliere, a entrare nel meccanismo tentando in qualche modo di ricomporlo e di dare senso a un’esperienza. Elegante, divertente, esplosiva, riflessiva, la sua poetica ridisegna e ridipinge i confini dell’universo, ponendo l’attenzione sulle regole del comunicare, dove lo sforzo è superarle alla ricerca di nuovi alfabeti, misteriosi e infantili, concettuali e ludici”.
    La mostra si compone di cinque “momenti”, tra cui una personale nella sala San Pio con 22 opere mixed media on canvas, che comprendono le ricerche iniziali sul type e sugli alfabeti. Le altre cinque installazioni rappresentano storie visive dell’ alfabeto ricreato.
    Dalla installazione di acciaio specchiato “MirrorType” nella Cappella del Manto, al monolite che si accende e si spegne dopo secoli di silenzio nella sala Sant’Ansano.
    Dalla rappresentazione della tastiera QWERTY portata a una dimensione cento volte maggiore, alla pioggia di seimila lettere sospese tra le volte della sala San Galgano. Tutte le installazioni immersive comprendono una colonna sonora appositamente creata da Mariella Nava, una tra le più sensibili autrici di musica italiana.
    Oltre agli spazi museali di Santa Maria della Scala l’artista ha voluto omaggiare Piazza del Campo attraverso un alfabeto scomposto fatto di 35 type circolari attraversabile e percorribile, un’opera che si completa per mezzo del pubblico attivo e non solamente spettatore.

    Lorenzo Marini
    Di Segni e di Sogni
    Siena, complesso museale Santa Maria della Scala
    Piazza del Duomo, 2
    20 luglio – 20 ottobre 2021

    ENTE PROMOTORE
    Comune di Siena

    PERIODO DELLA MOSTRA
    20 luglio – 20 ottobre 2021
    ORARI
    Tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 19.00 (ultimo ingresso ore 18.00)

    BIGLIETTI
    Il biglietto della mostra è incluso nel biglietto di ingresso al museo

    INFORMAZIONI
    Complesso museale Santa Maria della Scala – piazza del Duomo, 1 – 53100 Siena
    CALL CENTER 0577 286300 (dal lunedì al venerdì ore 8.30 -17.00)
    infoscala@comune.siena.it

  • sab
    31
    Lug
    2021
    dom
    03
    Ott
    2021
    Siena Palazzo Pubblico

    L’ESPOSIZIONE DEL PROVENZAN SALVANI DI AMOS CASSIOLI NELLA SALA DEL MAPPAMONDO DEL PALAZZO PUBBLICO

    Fino al 3 ottobre 2021 la sala del Mappamondo del Palazzo Pubblico ospiterà il dipinto di Amos Cassioli Provenzan Salvani nella Piazza del Campo in atto di raccogliere elemosine per trar l’amico suo di pena. Recentemente restaurato da “L’Atelier. Restauro dipinti moderni, contemporanei, antichi” di Firenze sotto la supervisione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Siena, Grosseto e Arezzo con il finanziamento della Cassa di Risparmi di Forli, il dipinto, commissionato all’artista grazie ad una sottoscrizione popolare illustra un celebre passo della Divina Commedia di Dante (Purgatorio,canto XI, versi 127-142) secondo il quale durante la battaglia di Tagliacozzo Mino dei Mini, uno dei guerrieri che combattevano per Corradino di Svevia contro Carlo I d’Angiò sarebbe stato fatto prigioniero da quest’ultimo. Il sovrano angioino avrebbe chiesto quindi al celebre condottiero senese Provenzan Salvani un riscatto di 10.000 fiorini da pagarsi entro un mese per liberare l’amico che altrimenti sarebbe stato giustiziato. Non avendo per intero la cifra, Provenzan Salvani, uomo dal temperamento superbo ed altero non avrebbe tuttavia esitato a chiedere pubblicamente l’elemosina in piazza del Campo ai suoi concittadini che, vedendolo umiliarsi per aiutare l’amico, si sarebbero mossi a pietà offrendogli i denari destinati a pagarne il riscatto.
    Nel dipinto Cassioli, abile pittore di storia, riesce a ricostruire con spiccato gusto teatrale sia l’ambientazione medievale in cui si svolge la scena, attraverso una personale interpretazione delle architetture che fanno da sfondo alla piazza, una attenta resa dei costumi dell’epoca e lo studio psicologico delle passioni che agitano gli animi dei personaggi.
    L’esposizione del dipinto, solitamente escluso dal percorso museale, nella sala del Mappamondo, dove fu collocato nel 1875 dopo la sua consegna al Comune di Siena, offre la rara possibilità di poter ammirare questo capolavoro dell’arte senese dell’Ottocento, restituito all’originario splendore grazie al recente restauro, costituendo al contempo un omaggio a Dante nella ricorrenza dei 700 anni dalla scomparsa del Sommo Poeta.

  • lun
    23
    Ago
    2021
    ven
    24
    Set
    2021
    Siena

    WESTERN MONUMENTS BY COLIN SNAPP

    Dal 23 agosto al 24 settembre presso l’Orto Botanico di Siena la mostra  Western Monuments
    Raiden Project presenta “Western Monuments”, la prima mostra personale in Italia dell’artista Colin Snapp (1982, Lopez Island, US). Frutto della prima edizione di residenze del progetto RAIDEN, la mostra si svolgerà presso il Tepidarium dell’Orto Botanico di Siena dal 23 agosto al 24 settembre 2021.
    Le fotografie, i video e le opere scultoree di Colin Snapp indagano sull’esperienza visiva attraverso la quale percepiamo e registriamo il mondo che ci circonda. Le sue opere, abbracciando un atteggiamento baudrillardiano nei confronti della globalizzazione, del turismo e dei simulacri del mondo occidentale, invitano i visitatori a fare un passo indietro per focalizzarsi sull’importanza di avere una visione più nitida e di collezionare ricordi preziosi. Concentrandosi sull’attuale paesaggio nordamericano, attraverso prospettive turistiche caricaturali, l’artista ci ricorda che il modo in cui guardiamo e rappresentiamo la realtà non è mai oggettivo.
    Schermi, cornici e lenti sono filtri che non lasciano trasparire la vera essenza, ma piuttosto inducono a percepire il mondo da una prospettiva deformata, a tratti piuttosto inquietante. Il processo artistico di Snapp prende spunto da immagini rubate alla quotidianità per poi svelarne significati più sottili e nascosti.
    L’atto di fotografare o filmare diventa un rituale consapevole di traduzione della realtà, un modo per definire un paesaggio concettuale inedito. Lontano da ogni morbosità, il suo voyeurismo assume connotati analitici e scientifici.
    Nell’ambito di questa mostra, l’artista guida i visitatori attraverso un’installazione intitolata Western Monuments composta da otto gigantografie e da un’opera video della durata di 12 minuti, quest’ultima già presentata in anteprima internazionale in occasione di The Dreamers, Biennale di Belgrado 2021.
    Durante i quarantacinque giorni del suo soggiorno toscano, Snapp immerso nella natura che circonda la tenuta ottocentesca di La Poderina (Siena) ha potuto completare i suoi ND study, iniziati a Berlino nel 2017.
    La serie 2021 presenta immagini che mixano foto di monumenti architettonici e cartelloni pubblicitari, che rimandano a culture di origini europee e africane.

  • mer
    01
    Set
    2021
    dom
    31
    Ott
    2021
    Siena

    DANTE IN PINACOTECA: TRA POESIA, LEGGENDA E ARTE

    In occasione del settimo centenario della morte di Dante, la Pinacoteca Nazionale di Siena ha programmato una serie di iniziative a partire dal mese di settembre che coinvolgeranno video, conferenze e aperture speciali della “scala della Pia”, che esploreranno da diverse prospettive alcuni aspetti delle tre cantiche del celebre poema: Inferno, Purgatorio e Paradiso.
    Il programma si svolgerà in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo onlus, l’Università per Stranieri di Siena, l’Università degli Studi di Siena e l’Archivio di Stato di Siena.

    In Inferno in Pinacoteca
    Installazione video a cura di Francesco Baldi e Moviement HD
    Dal 1 settembre al 31 ottobre
    IN INFERNO è una performance video suddivisa in 7 capitoli, dall’ingresso all’uscita dall’Inferno, attraverso i gironi dei Lussuriosi, dei Golosi, degli Iracondi, degli Indovini e dei Ladri. Risultato del laboratorio condotto presso l’Università per stranieri di Siena, trova in questa installazione la sua prima uscita pubblica.
    Il nucleo del lavoro è il pensiero secondo il quale ciò che nell’opera è additato come colpa e peccato, e che lì merita punizione e contrappasso, fa parte in realtà della nostra vita intima e quotidiana in modo più o meno manifesto, in un movimento che va dall’accoglienza, alla manifestazione, alla repressione, all’edulcorazione.
    La performance dialoga con un secondo video, dedicato alla tavola di Giovanni di Paolo raffigurante il Giudizio universale, eseguita intorno al 1460-1465, esposta nella sala 12 della Pinacoteca.
    L’Inferno è la parte del dipinto che porta in sé diversi riferimenti alla prima cantica della Divina Commedia, evocando le pene a cui sono sottoposti i peccatori. Parte dell’immaginario pittorico medievale viene rielaborato attraverso la poesia dantesca, rendendo in maniera visibile i terribili supplizi inferti alle povere anime escluse in eterno dalla visione divina.
    Iniziativa realizzata in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo onlus.
    Accesso con biglietto della Pinacoteca Nazionale di Siena.
    Aperture della “Scala della Pia”
    Tutti i sabati, a partire dall’11 settembre, sarà possibile vedere la scala della Pia, situata all’interno di palazzo Brigidi che, insieme a palazzo Buonsignori, ospita la Pinacoteca.
    Pia è un personaggio incontrato da Dante nell’antipurgatorio, una giovane donna senese uccisa dal marito in Maremma, per cause non descritte nel poema. La difficoltà di identificarla con una figura storica precisa ha portato alla formulazione di diverse ipotesi, tra le quali la più diffusa dalla tradizione la vuole come una Tolomei, moglie di Nello de’ Pannocchieschi.
    Tra le leggende diffuse a partire dalla suggestione dai versi danteschi, vi è anche quella della cosiddetta “scala della Pia” della Pinacoteca di Siena, nata probabilmente dall’identificazione di palazzo Brigidi con l’antico palazzo Pannocchieschi.
    L’affascinante scala a chiocciola del palazzo tre-quattrocentesco, sinora chiusa al pubblico, verrà finalmente resa visibile il sabato, per restituire alla città tutto il fascino della leggenda.
    Accesso con biglietto della Pinacoteca Nazionale di Siena
    Per Dante, tra Pinacoteca Nazionale e Archivio di Stato
    Le due iniziative, In Inferno in Pinacoteca e l’apertura della Scala della Pia, potranno essere arricchite nelle giornate del 25-26 settembre, 2, 9, 10 e 16 ottobre dalla visita combinata all’Archivio di Stato della mostra L’universo di Dante, risultato dell’attività di riorganizzazione, approfondimento e revisione della mostra dantesca dell’Archivio di Stato, con documenti relativi a personaggi che compaiono nelle cantiche della Divina Commedia e che sono collegati alla storia di Siena. La mostra è stata per l’occasione ampliata e arricchita con alcuni frammenti della Commedia, preziosi incunaboli e Cinquecentine della Commedia ottenute a prestito, e opere d’arte contemporanea a tema dantesco: le xilografie ‘Demoni’ di Gianni Verna e le installazioni ‘Scriptae’ di Sara Lovari.
    Un’occasione per penetrare nel poema e nelle tante storie ad esso legate nella città di Siena nelle due importanti istituzioni cittadine.
    In collaborazione con l’Archivio di Stato di Siena.
    Accesso con biglietto della Pinacoteca Nazionale di Siena
    Info e orari Archivio di Stato: www.archiviodistato.siena.it
    Conferenza
    Martedì 28 settembre, ore 17,30, palazzo Chigi Piccolomini alla Postierla
    Pietro Cataldi: Il realismo come necessità: Dante e l’abbandono dei ‘fondi oro’
    In collaborazione con l’Università per Stranieri di Siena.
    Ingresso libero, sino ad esaurimento
    prenotazione consigliata a drm-tos.didattica.pn-si@beniculturali.it
    Conferenza
    Martedì 16 novembre, ore 17,30, palazzo Chigi Piccolomini alla Postierla
    Raffaele Marrone, “Circulata melodia”: il Paradiso dantesco, Simone Martini e l’iconografia dell’Assunzione della Vergine a Siena
    In collaborazione con Università degli Studi di Siena
    prenotazione consigliata a drm-tos.didattica.pn-si@beniculturali.it

  • sab
    02
    Ott
    2021
    dom
    03
    Ott
    2021
    Siena

    Siena, il 2 e 3 Ottobre torna l’Eroica
    Per la prima volta i ciclisti de L’Eroica pedaleranno per le strade del centro storico di Siena

    Gaiole in Chianti e le strade bianche della provincia di Siena sono ormai pronte ad accogliere i ciclisti in arrivo per la XXIV Edizione de L’Eroica, la poesia scritta con la bicicletta che Giancarlo Brocci ideò nel 1997 per vivere le emozioni della “bellezza della fatica ed il gusto dell’impresa”, divenuti nel tempo valori apprezzati in tutto il mondo.
    A L’Eroica 2021 si parteciperà in due giorni; sabato 2 ottobre pedaleranno i ciclisti iscritti ai due percorsi più impegnativi; 209 e 135 chilometri con partenza alle ore 4.30, per quelli che parteciperanno in sella ad una bicicletta costruita prima del 1930. Subito dopo, cioè alle 5.00 del mattino dunque ancora con condizioni di buio pesto, prenderanno il via tutti gli altri. Domenica 3 ottobre, in orario più comodo, sarà la volta dei ciclisti degli altri tre percorsi a disposizione; 46, 81 e 106 chilometri.
    Per la prima volta i ciclisti de L’Eroica pedaleranno per le strade del centro storico di Siena: “Per noi di Eroica – dichiara Franco Rossi, presidente di Eroica Italia – si tratta di una svolta emozionante. Pedalare per le strade di una delle città più belle al mondo sarà bellissimo. Lo faremo con il garbo ed il sorriso dei ciclisti eroici, legati al tempo, alle tradizioni ed alla bellezza della vita. Sabato 2 ottobre ci sarà solo un passaggio dei ciclisti dei due percorsi più lunghi. L’orario previsto è dalle 5.50 alle 9.40. I ciclisti entreranno in città da Porta Pispini, percorreranno via di Pantaneto, attraverseranno piazza del Campo e usciranno da Porta Romana. Domenica 3 ottobre il centro storico di Siena sarà interessato al passaggio dei ciclisti dalle ore 8.20 alle ore 10.30. Inviteremo i ciclisti a fermarsi al ristoro, con caffè e dolce, che sarà allestito nei pressi della Torre del Mangia”
    La città di Siena accoglie dunque L’Eroica: “Il Comune di Siena esprime grande soddisfazione per il passaggio di una così importante manifestazione dal centro storico della città e, in particolare, da Piazza del Campo – dichiarano dalla sede comunale – I ciclisti della 106 chilometri potranno godere, oltre degli splendidi paesaggi del territorio senese, anche del ristoro allestito nel “cuore” della città, con tutte le misure di sicurezza e nel pieno rispetto della tipicità culturale e architettonica di Siena. Per la prima volta avviene questo passaggio nel Campo e l’amministrazione si pregia di dare questa importante opportunità agli “eroici” che percorreranno le strade senesi. Un’iniziativa che si inserisce anche nel contesto legato al portale Strade di Siena, nato nell’ambito della gestione associata Terre di Siena Slow che interessa trenta Comuni della provincia con Siena capofila. Un luogo digitale che vuole essere il punto di riferimento per visitare in maniera attiva Siena e il suo territorio, valorizzandone i cammini e il cicloturismo in particolare. Dagli itinerari della Via Francigena e della Via Lauretana a quello permanente dell’Eroica, con l’aggiunta, nel corso del 2021, di altri percorsi, e che ha visto arricchirsi di un’ulteriore sezione: quella dedicata all’enoturismo e alla creazione di una rete di cantine “amiche del turismo attivo”.
    La bici eroica
A L’Eroica si partecipa con biciclette in acciaio costruite prima del 1987 (o nuove ma realizzate come allora). Le caratteristiche principali sono tre: le leve del cambio devono essere posizionate sul tubo obliquo del telaio, i pedali devono essere muniti di fermapiedi e cinghietti, i fili dei freni devono passare esternamente al manubrio. Tre caratteristiche basilari che indicano un momento storico molto importante, primi anni ’80 con l’avvento, innanzitutto, dei pedali a sgancio rapido
Dal punto di vista strettamente tecnico il telaio d’acciaio, abbinato alle ruote tradizionali con almeno 32 raggi, garantisce l’elasticità e la capacità di assorbire gli urti necessari per la guida in sicurezza lungo le strade bianche della provincia di Siena.

    Programma