Eventi

Gli eventi a Siena e dintorni

 

  • gio
    25
    Ott
    2018
    gio
    06
    Giu
    2019
    Siena

    Siena Urban Running
    25 ottobre 2018 - 6 giugno 2019
    Via Camollia 201: h. 18.00

    Ogni giovedì, dal 25 ottobre 2018 al 6 giugno 2019, percorsi a sorpresa – camminando o correndo – che insieme alla attività fisica, permettono momenti di scoperta e conoscenza di luoghi meno conosciuti ed appuntamenti culturali di Siena, con distanze variabili: dai 6 agli 8 Km per i Running e dai 4 ai 6 per i Walkers.

    Un'occasione per fare sport coniugando anche salute e cultura.

    Costo ingresso: € 3,00 + assicurazione € 5,00 (solo la prima volta) per chi non è tesserato ad un ente sportivo

  • gio
    11
    Apr
    2019
    dom
    07
    Lug
    2019
    Siena Santa Maria della Scala


    Elena Franco: “Hospitalia. O sul significato della cura”
    Dall’11 aprile al 7 luglio
    Santa Maria della Scala

    Hospitalia. O sul significato della cura è un progetto fotografico che parte dalle architetture degli antichi ospedali europei – vere e proprie città nella città – per aprirsi al territorio, attraverso le donazioni che, nel corso dei secoli, i benefattori hanno devoluto per la cura di questi centri dell’accoglienza.

    La mostra presenta un progetto avviato da diversi anni e documenta edifici ospedalieri storici in un itinerario che, da Siena, attraversa Venezia, Cremona, Milano, Alessandria, Vercelli, Torino, Arles, Bourg-en-Bresse, Lione, Parigi, fino a Lessines in Belgio. Non è solo quindi una ricerca estetizzante, ma uno studio ben condotto. Gli scatti non seguono un itinerario geografico, ma sono inseriti in raggruppamenti tematici, che suggeriscono una stimolante chiave di lettura: monumentalità-bellezza, liturgia-rito, limite-legame, memoria-archivio, comunità-solidarietà, autarchia-sostenibilità, paesaggio-ambiente, riuso-trasformazione, e da essi emergono affinità e somiglianze anche in luoghi tra loro remoti.

    Si tratta di un’indagine, infatti, che interroga gli edifici e gli archivi per scoprire le storie degli uomini e delle comunità che hanno costruito e gestito tali importanti monumenti sociali. Ma è anche testimonianza del viaggio che Elena Franco ha compiuto, negli ultimi sette anni, per dare un senso alla malattia e alla morte proprio in quei luoghi che sono testimoni della fragilità ma, al contempo, del senso più profondo delle nostre esistenze. E’ un approfondimento che vuole incoraggiare la riflessione sul riuso e la messa in rete di queste strutture, in Italia e all’estero, avendo già ottenuto quale risultato che, in alcuni fra i siti fotografati, si siano realizzati specifici progetti di valorizzazione. La ricerca si è tradotta in un progetto speciale de “Il Giornale dell’Architettura” e in un libro – Hospitalia. O sul significato della cura (ARTEMA 2017) – a cura di Tiziana Bonomo e con prefazione del giornalista Domenico Quirico, oltre che in alcuni approfondimenti locali, come nel caso del volume “La rinascita dell’ex ospedale di Sant’Andrea a Vercelli” (Silvana Editoriale, 2016).

    Il risultato si presenta come un “glossario visivo” che restituisce alla memoria collettiva un patrimonio architettonico, artistico, medico e sociale, in modo da suggerire nuove interpretazioni per la storia comunitaria e individuale, ponendo l’accento sui meccanismi di solidarietà che sono stati per secoli alla base dell’accoglienza dei malati e dei poveri in Europa.

    Orari:
    lunedì, martedì, mercoledì, venerdì, sabato, domenica: ore 10.00 – 19.00
    Giovedì: ore 10.00-22.00
    Ultimo ingresso un’ora prima l’orario di chiusura del museo
    La mostra è compresa nel biglietto di ingresso al museo

     

  • gio
    02
    Mag
    2019
    mer
    29
    Mag
    2019
    Siena


    UN MESE DI EVENTI DEDICATI AGLI ANNI OTTANTA DI TONDELLI

    Scrittore e intellettuale, vera e propria icona degli Anni Ottanta. E’ Pier Vittorio Tondelli il protagonista dell’edizione 2019 di Ciclomaggio, l’iniziativa creata dagli studenti del polo umanistico dell’Università di Siena per promuovere la conoscenza e l’approfondimento di un autore della contemporaneità italiana, che dal 2 al 29 maggio vedrà cinque giornate di approfondimento sulla produzione letteraria e sul contesto storico, sociale e culturale degli anni ’80.

    Una serie di appuntamenti tra riflessione e approfondimento inseriti all’interno del Festival Siena Città Aperta ai Giovani, promosso dall’Assessorato alle Politiche Giovanili, Fondazione MPS, Università degli Studi di Siena e Università per Stranieri di Siena con il supporto di Vernice Progetti Culturali.

    Dopo l’edizione 2018 di Ciclomaggio dedicata a Carmelo Bene che << puntava a far conoscere al pubblico un intellettuale ostico, controcorrente, uno “straniero nella propria lingua”, lontano dal canone culturale dei suoi anni>>, spiegano gli organizzatori, per questa edizione <<è stato scelto Pier Vittorio Tondelli per dare un respiro più ampio al nostro progetto>>. <<Tondelli è colui che ha fatto della massa la sua voce, diventando così la voce del suo tempo. Parlarne significa analizzare i mutamenti culturali che hanno segnato gli anni Ottanta e tutti quelli a venire, fino ad oggi. Tondelli non è solo un autore ma rappresenta un incontro generazionale>>.

    Il programma di appuntamenti prende il via giovedì 2 maggio alle 17 nel giardino della Biblioteca umanistica (via Fieravecchia, 19) con “Trip scannato”, introduzione all’autore attraverso letture e interpretazioni libere da parte di alcuni studenti. A seguire, alle 19.30, alla Corte dei Miracoli (via Roma, 56) l’opening party di Ciclomaggio 2019.

    Si intitola “Attraverso Tondelli” l’incontro dedicato alla sua produzione incentrata sulla sua parabola letteraria e sull’evoluzione del linguaggio narrativo in programma giovedì 9 maggio alle 15.30 nell’Aula Magna Storica del Rettorato (via Banchi di Sotto, 55). Interverranno Riccardo Castellana, Erika De Angelis, Monica Lanzillotta, Giulio Iacoli ed Elisabetta Mondello moderati da Pierluigi Pellini. Il giovedì successivo, 16 maggio, alle 16.30 sempre nell’Aula Magna Storica del Rettorato la tavola rotonda “Raccontare i giovani” dedicata al contesto editoriale degli anni Ottanta e al progetto Under 25, con cui Tondelli lanciò alcuni giovanissimi scrittori. Il dibattito, moderato da Maurizio Boldrini, vedrà la partecipazione di Alessandra Buschi, Andrea Demarchi e Giulio Milani. “Fauna d’Arte”.

    Gli anni Ottanta tra fumetto, musica e teatro” è in programma venerdì 24 maggio (ore 16, Aula Magna Storica del Rettorato). Si tratta di un appuntamento dal taglio multidisciplinare, basato sull’incontro con personalità artistiche protagoniste della congerie culturale bolognese e fiorentina degli anni Ottanta. Il tema sarà approfondito attraverso un dibattito, moderato da Tarcisio Lancioni, con la partecipazione di Daniele Barbieri, Bruno Casini e Pina Izzi.

    A concludere giovedì 29 maggio, alle 21.15, alla Corte dei Miracoli lo spettacolo teatrale “Iati”, ispirato al lavoro di Tondelli, di e con Anna Di Genova, Iwan Paolini, Marco Verdecchia.

    Tutti gli appuntamenti di Ciclomaggio sono a ingresso gratuito.
    Programma Completo

  • mer
    08
    Mag
    2019
    dom
    08
    Set
    2019
    Siena


    LA CITTA’ DEL CIELO
    Dal Facciatone del Duomo Nuovo il Panorama di Siena
    Nuovi Orizzonti sulla Città

    Dal prossimo 8 maggio fino all’ 8 settembre il Complesso Monumentale del Duomo di Siena, dedicato a Santa Maria Assunta, invita a contemplare nuovi orizzonti con la salita al Facciatone, Panorama sulla Città. Aperto tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 19:00, da quest’anno e solo su prenotazione, sarà possibile accedere straordinariamente al Facciatone anche dalle ore 8:00. Per tutto il giorno, fino all’8 settembre, durante la permanenza sulla terrazza panoramica, i visitatori saranno invitati a contemplare il panorama attraverso una introduzione alla Città effettuata da accompagnatori multilingua.

    Questo grande e alto muro che, nell’intento dei Senesi, doveva divenire la facciata di un Nuovo Duomo, sogno architettonico, guarda la Città per intero.

    I numerosi visitatori che salgono all’Acropoli e attraversano il Duomo di Siena, la cosiddetta Cripta, il Battistero e il Museo dell’Opera si trovano immersi in un tripudio di forme e colori che, nell’intenzione dei committenti e degli artisti, segnano l’accesso alla “Gerusalemme celeste”. L’ingresso nella realtà eterna, suggerito dalla ricchezza e ricercatezza dei materiali come il marmo bianco, era un tempo ancora più esplicito per la presenza, sull’Altar Maggiore della Cattedrale, della Maestà di Duccio di Buoninsegna, ora conservata nel Museo dell’Opera. La Regina di Siena e del Cielo, assisa sul rifulgente trono cosmatesco, si circonda della corte di angeli e santi che vigilano sulla città personificata nei quattro patroni. Spesso, nell’iconografia senese sia religiosa che politica, santi e uomini di governo, sostengono con le mani e offrono il modello della Città a Maria, civitas Virginis. Dal Museo, con la salita fino al Facciatone, il “modello” diventa reale: torri, palazzi, campanili si delineano all’interno della cinta muraria ancora ben conservata che delimita e si confonde con gli infiniti spazi del paesaggio, dalle dolci colline senesi fino alle asperità dell’Amiata. Ma dall’alto muro, sarà possibile non solo leggere i monumenti, ma anche “vedere un nuovo cielo e una nuova terra” (Apocalisse 21, 1). Alcuni operatori aiutano i visitatori a riconoscere dall’alto i “luoghi” più significativi della Città terrena, quella originata dal “Buon Governo”, con l’invito, una volta discesi, a vivere con intensità e a fermarsi negli stessi luoghi in cui la comunità senese si riconosce.

    Il Facciatone, con le sue possenti fondamenta e le sue leggere altitudini, crinale “nella solarità abbagliante dei suoi marmi e cotti” (Mario Luzi), è lo spazio in cui Siena salda in unico sguardo la Città della Terra e la Città del Cielo.

     

  • ven
    10
    Mag
    2019
    dom
    02
    Giu
    2019
    Casole d'Elsa

    Notte Europea dei Musei
    10 maggio 2 giugno 2019

    Sabato 18 maggio alle ore 21:00 nel Museo civico archeologico di Casole d’Elsa torna l’appuntamento della Notte Europea dei Musei.
    Per l’occasione sarà inaugurata l’esposizione “Il dialogo. Un confronto aperto tra arte antica e contemporanea” con le opere d'arte di Nigel Konstam, artista inglese, naturalizzato a Casole d'Elsa, che presenta una selezione delle sue sculture. A Casole, Nigel ha aperto il suo Centro d'Arte il Verrocchio dove propone corsi di scultura e pittura assiduamente frequentati da persone provenienti da tutto il mondo. Inoltre, da qualche anno, ha aperto il Museo Konstam così che chiunque possa ammirare le sue opere.
    La mostra rimarrà allestita fino al 2 Giugno.
    All’inaugurazione sarà presente l’artista.

    L’ingresso per la Notte dei Musei sarà gratuito.

    Per ulteriori informazioni:

    Museo Civico Archeologico e della Collegiata e Ufficio Turistico
    Piazza della Libertà, 5
    53031 Casole d'Elsa (SI)
    Tel. 0577/948705
    e-mail: museo@casole.it; uff_turistico@casole.it
    www.casole.it

  • ven
    10
    Mag
    2019
    dom
    02
    Giu
    2019
    Siena


    Amico Museo 2019

    Nei Musei della Toscana tra il 10 maggio e il 2 giugno si snoda un programma con tante attività diverse accomunate da un'identica passione: conoscere il nostro patrimonio culturale con proposte che coinvolgano i visitatori in esperienze creative, perché il museo può essere davvero un grande amico!

    Attraverso visite guidate, esposizioni straordinarie, laboratori interattivi, narrazioni i musei ci raccontano di noi e del nostro territorio, del nostro presente e del nostro futuro. Il tema filo conduttore delle iniziative della XVIII edizione di Amico Museo è"Musei come hub culturali – il futuro della tradizione", tema individuato ICOM per il 18 maggio, Giornata Internazionale dei Musei.

    I musei partecipano con proposte legate a due tematiche che, attingendo dal suggerimento di ICOM, richiamano la capacità creativa dell'uomo: quella di "Leonardo da Vinci, genio creativo" e quella de "Il museo creativo: dalla tradizione al futuro".

    Un' evidenza particolare sarà data nel programma alle attività dedicate alle famiglie e a quelle iniziative dedicate al pubblico diversamente abile.

    Scopri le iniziative nei musei senesi:
    Programma eventi provincia di Siena Amico Museo 2019

    http://www.regione.toscana.it/-/amico-museo-2019

  • sab
    11
    Mag
    2019
    dom
    23
    Giu
    2019
    Siena Magazzini del Sale

    “Cavalli in Palio” di Roberto di Jullo
    Dall’11 maggio al 23 giugno
    Magazzini del Sale

    Dopo aver esposto in numerose mostre nazionali e internazionali adesso i suoi famosi cavalli da corsa arrivano a Siena.

    Un allestimento di grande interesse per poter ammirare cavalli in movimento, un tema caro a di Jullo, tanto che viene definito il ‘pittore dei cavalli’, anche se ha sempre affermato che la rappresentazione di un cavallo non è fine a se stessa, ma costituisce l’espressione letterale di una plasticità, di una morfologia sempre in azione, e di un dinamismo inarrestabile, facendo assurgere l’anima del cavallo a quella dell’uomo con i suoi desideri, le sue passioni, i suoi sogni.

    L’artista con i suoi magnifici destrieri sembra, come afferma Alberto Sughi, voler simboleggiare “la corsa della vita verso la libertà; una corsa o un inseguimento in cui c’è chi cade travolto dall’impeto e dalla foga; una corsa che non può fermarsi perché la libertà è il fine stesso della vita”. Verso la vittoria ad metam perveni, captando ed immortalando i diversi momenti che regolano il divenire dell’uomo: l’anelito di libertà, la forza, la realizzazione del desiderio, il senso della vita.

    La sua tavolozza, in una ben congegnata policromia, contribuisce a dare vita al movimento che genera figurazioni fluttuanti ed armoniche.

    La sua esigenza espressiva e di libertà si percepiscono “leggendo” le sue opere dove si avverte la sua necessità di dilatare, ampliare lo spazio e reagire ai limiti in cui viene plasmato e prende corpo il suo genio pittorico.

    I suoi destrieri sembrano sconfinare dalle tele e, come in un sogno ariostesco, trovano nella tridimensionalità l’incarnazione della tecnologia moderna.

    Roberto di Jullo, affidandosi a soggetti come i cavalli e alle figure femminili, ha inteso immortalare il desiderio di libertà, coniugando la potenza della sua pittura con l’armonia d’impostazione tipicamente neoclassica.

    I suoi cavalli, a Siena, sembrano voler correre il Palio e coinvolgere i visitatori nella trama della corsa.

    L’allestimento, aperto al pubblico in orario 10-18 tutti i giorni, resterà visitabile fino al 23 giugno.

    ………………..

    Roberto Di Iullo (di JULLO), professore di disegno, pittore, incisore e scenografo, è nato a Forlì del Sannio (IS) nel 1945, ha frequentato l’Istituto Statale d’Arte di Isernia, l’Accademia delle Belle Arti di Napoli e Roma; ha realizzato composizioni scenografiche per il teatro d’avanguardia partecipato, come scenografo, al Festival di Spoleto nel 1967.

    Dall’anno successivo, e per oltre 10 anni, è stato collaboratore al centro di produzione RAI TV di via Teulada – Roma, come disegnatore ai servizi del telegiornale, dedicandosi successivamente completamente e definitivamente alla sua arte pittorica che svolge, tuttora, nei suoi studi di Roma in via del Boschetto nel Rione Monti, Antica Suburra dei Fori Imperiali e a Pescocostanzo (L’Aquila) al “Palazzetto Mosca” dove nascono i suoi disegni, i suoi dipinti, i suoi cavalli, le sue figure femminili.

    Nella sua carriera artistica ha esposto le sue opere in numerose mostre nazionali ed internazionali.

  • dom
    12
    Mag
    2019
    gio
    30
    Mag
    2019
    Siena

    Aperture straordinarie
    Dal 12 al 30 maggio

    Aperture straordinarie ed iniziative ad hoc per la valorizzazione della cultura
    Approvata dalla giunta comunale la delibera che prevede, per la 18^ edizione della campagna “Amico Museo” in occasione della Giornata Internazionale dei Musei, il 18 maggio, l’apertura straordinaria, ad ingresso gratuito, del Museo Civico, del complesso museale Santa Maria della Scala e del Museo dell’Acqua, dalle 21 alle 24, e una serie di iniziative ad hoc per la valorizzazione della cultura che coinvolga adulti e bambini, cittadini e turisti. Un’occasione per educare al bello, facendo scoprire i tesori, spesso nascosti di Siena, spalancando le porte dei luoghi simboli della città.

    E per questo la decisione di aderire alla tematica “Il museo creativo: dalla tradizione al futuro”, sempre nell’ambito di “Amico museo”, con un ricco programma di eventi dal 12 al 30 maggio. In calendario, domenica 12 alle 16, il primo appuntamento: “Santa Maria sempre alla Moda”, visita e laboratorio didattico per grandi e piccini al complesso museale (bambimus@comune.siena.it – 0577 534530).

    Sabato 18 sempre al S. Maria della Scala, alle 21.15, visita guidata su prenotazione (bambimus@comune.siena.it – 0577 534530) alla mostra: “Dürer, Attdorfer e i maestri della collezione Spannocchi di Siena”. Il giorno successivo, 19 maggio, alle 16, visita guidata per adulti “Alla scoperta del contemporaneo al Santa Maria della Scala”.

    Mentre, il 23, inaugurazione alle 18 alla Fototeca e Biblioteca G. Briganti dell’allestimento “Musica scolpita. Interpretazione tridimensionale di movimenti barocchi”. E, alle 17 del giorno seguente (24 maggio), nella Sala del Mappamondo al Museo Civico, presentazione del quarto volume Il cantiere della Maestà. Indagini sulla bottega di Simone Martini, della collana “Quaderni del Museo Civico”.

    Il 30 Maggio alle 20,30 visita guidata a più voci su prenotazione “Tra terra e acqua al SMS” (Tel. 0577 286300).

  • sab
    18
    Mag
    2019
    dom
    16
    Giu
    2019
    Siena


    KOSI – IL BENE COMUNE

    LA MOSTRA KOSI – IL BENE COMUNE NEL COMPLESSO S. MARCO DAL 18 MAGGIO AL 16 GIUGNO

    La mostra di artisti sud-coreani KOSI – IL BENE COMUNE, dopo l’appuntamento tenutosi lo scorso anno in Fortezza Medicea, torna nuovamente a Siena, dal 18 maggio negli spazi del Complesso San Marco (via S. Marco, 90), arricchita con opere di artisti senesi e internazionali.

    Una collettiva di grande fascino dislocata sia all’interno della Chiesa di S. Marta, dove ha trovato sede definitiva la collezione di ceramiche donate al Comune di Siena dai dieci artisti coreani, sia negli spazi adiacenti, nella sagrestia e nella Sala della cisterna.

    <<Il titolo dell’allestimento, curato dell’architetto Margherita Terrosi in collaborazione con la Ditta Farmobili – come spiega Fabio Mazzieri, nella sua duplice veste di curatore, insieme a Jeong Sang Sin, e artista espositore – è stato scelto dagli stessi coreani per testimoniare come l’ “Allegoria del Buon Governo” di Ambrogio Lorenzetti sia considerata, a livello mondiale, come massima aspirazione alla Pace e all’Arte. Le numerose opere presenti, realizzate con varie tecniche, dalla pittura alla scultura, dalla fotografia a creazioni in metallo ed altri elementi, creano suggestioni di fascinazione all’interno di ambienti già di per sé ricchi di storia, testimonianze e memorie>>.

    KOSI – IL BENE COMUNE diventa, dunque, un messaggio culturale multietnico capace, per la forza stessa insita nella creatività umana, di superare, attraverso l’arte e la sua condivisione, differenze culturali, politiche e religiose.

    <<Perché l’arte – evidenzia Mazzieri – può e deve avere la funzione di indicare la via che può unire popoli e promuovere strategie politiche e culturali>>.

    Gli artisti coinvolti nel progetto espositivo sono: Sabrina Lauriston, Fabio Mazzieri, Back Young Mok, Lee Hyun Joo, Marcella Ancilli, Maria Kim, Monica Putti, Laura Tondi, Pier Giorgio Balocchi, Enzo Gambelli, Alessandro Grazi, Luca Betti, Neil Tekowski, Renzo Lulli, Sinta Tantra, Franca Marini, An Ju Ok, Lee Ji Hie, Kim Ga Hee, Choi Myung Sik, Choi Jae, Chae In Hwa, Moon Sang Hui, Ham Yeon Ju.

    L’allestimento, ad ingresso libero, resterà aperto tutti i giorni in orario 15,30-18,30 fino al 16 giugno.

     

  • mar
    21
    Mag
    2019
    gio
    06
    Giu
    2019
    Siena


    “Festival italiano dello sviluppo sostenibile”

    L’Università di Siena partecipa al Festival con tante iniziative di dibattito, divulgazione e con eventi artistici

    La sostenibilità ambientale è il tema al centro della terza edizione del “Festival dello sviluppo sostenibile”, con tante iniziative che si svolgeranno dal 21 maggio al 6 giugno in tutta Italia. L’Università di Siena aderisce con numerose iniziative di dibattito, divulgazione e con eventi culturali aperti a tutti i cittadini. Tra le varie iniziative sui temi della tutele dell’ambiente, il 23 maggio alle ore 14 presso il complesso didattico Mattioli si parlerà di “La città, i cittadini e la mobilità sostenibile”.

    Al centro dell’incontro ci sarà il tema dell’“ipermobilità”, che causa numerosi problemi dal punto di vista ambientale. Si parlerà anche, da un punto di vista storico, di mobilità cittadina e dei cambiamenti intercorsi tra il XX° e il XXI° secolo. Il 24 maggio dalle 14 alle 18 in pian dei Mantellini, ci saranno le lezioni del corso di “Sostenibilità”: le lezioni pubbliche, che si svolgono ogni venerdì, avranno ospiti stavolta i ragazzi che animano l’iniziativa “Fridays For Future”, che racconteranno l’esperienza del movimento internazionale per la lotta al cambiamento climatico.

    A seguire, il gruppo Buone pratiche per lo sviluppo sostenibile dell’Università di Siena spiegherà le attività che già sono avviate in Ateneo in termini di risparmio energetico, riduzione dei rifiuti, mobilità sostenibile. Sempre il 24 maggio, alle ore 16.30 presso l’Orto Botanico si parlerà di biodiversità, ecotossicologia e salvaguardia ambientale.

    Tra le altre iniziative, il primo giugno nel cortile del palazzo del Rettorato, per tutta la giornata ci sarà una serie di eventi artistici intitolata “Le 17 allegorie per gli SDGs”, in collaborazione con il liceo Artistico di Siena, con l’Archivio italiano dei paesaggi sonori e con il poeta e docente dell’Ateneo Alessandro Fo. Il programma del Festival a Siena, continuamente aggiornato con le iniziative che si stanno aggiungendo, è sul sito web dell’Ateneo.

     

  • sab
    25
    Mag
    2019
    Siena Santa Maria della Scala


    Si cammina sicuramente al Santa Maria della Scala

    Il 25 maggio presso la sala Sant’Ansano del Santa Maria della Scala si terrà l’incontro “Si cammina sicuramente”.
    L’evento fa parte del Roadshow #ILS19, organizzato da Alessandro Petri ambassador di Italia Sicurezza con il supporto di Interstudi Srl ed il Patrocinio del Comune di Siena, Assessorato Commercio, Turismo e Attività produttive, la collaborazione della Sezione di Siena del Club Alpino Italiano, del gruppo SiCammina e dell’emittente radiofonica Antenna Radio Esse.

    L’incontro si aprirà con una camminata di circa 7 km passando per le vie del centro storico e lungo la cinta muraria, si tornerà poi al Santa Maria della Scala, storico rifugio per i pellegrini della via Francigena, per riflettere insieme sui temi della sicurezza di chi cammina grazie agli interventi dell’amministrazione comunale, del Club Alpino Italiano, di professionisti ed esperti dei vari aspetti della sicurezza del pedone e dell’escursionista.

    Al termine dell’evento verrà distribuita una t-shirt tecnica ad alta visibilità.
    La partecipazione è gratuita con prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti.
    Per info e prenotazioni: Interstudi Srl petri@interstudi.it 055 416033

     

  • sab
    25
    Mag
    2019
    dom
    26
    Mag
    2019

     

    Cantine Aperte in Toscana – Luoghi vari in Toscana

    25 maggio - 26 maggio 2019 Sabato 25 e domenica 26 maggio tornano in tutta la Toscana le iniziative di Cantine Aperte in Toscana, organizzate da Movimento Turismo del Vino.

    Per l’occasione, le cantine socie di MTV Toscana apriranno le loro porte al pubblico, favorendo un contatto diretto con gli appassionati di vino.

    Quest’anno MTVToscana vuole promuovere la Cultura del Vino in tutte le sue forme, a partire dall’arte della viticultura e della vinificazione, passando per la cultura degli abbinamenti enogastronomici, per arrivare fino all’arte del buon bere.

    In questo lungo viaggio, il vino sarà il fil rouge che guiderà i tanti wine lovers alla scoperta dei luoghi di produzione e delle tecniche di lavorazione ed aprirà le porte di spazi dove l’arte si mescola al patrimonio enogastronomico.

    Le cantine aderenti provincia per provincia (dal sito ufficiale)

     

  • ven
    31
    Mag
    2019
    dom
    02
    Giu
    2019
    Siena Piazza del Campo


    Siena città della solidarietà arriva “Siena per”
    Dal 31 maggio al 2 giugno, Piazza del Campo ospita la mostra mercato con i prodotti di Norcia, Amatrice, San Ginesio e di altri comuni colpiti dal terremoto

    Siena città della solidarietà arriva “Siena per”

    L’evento ospita anche “Emergente Sala”, la competizione dedicata ai migliori maitre e responsabili di sala under 30, ideata da Lorenza Vitali e Luigi Cremona

    Siena città della solidarietà. Dal 31 maggio al 2 giugno, la città del Palio presenta “Siena per”, un evento che nasce per aiutare le popolazioni che in Italia hanno subito catastrofi naturali e che ancora fanno fatica a ripartire.

    Quest’anno saranno i coraggiosi produttori di Norcia, Amatrice, San Ginesio e di altri comuni colpiti dal terremoto, che per tre giorni potranno esporre e vendere i tesori della loro terra in Piazza del Campo.

    Salumi, formaggi, legumi, marmellate, tartufi, funghi, zafferano e molto altro, saranno protagonisti di una mostra mercato che offrirà un viaggio alla scoperta di piccole produzioni di eccellenza, che fanno della qualità e della lavorazione artigianale il loro segno distintivo.

    Prodotti che raccontano storie uniche messe a dura prova dal dolore e dalla fatica ma che trovano, nella forza del lavoro e nell’amore per la propria terra, il coraggio della speranza.

    Con questa iniziativa, l’amministrazione comunale di Siena, vuole contribuire a tenere alta l’attenzione su una terra fortemente segnata e dare un aiuto concreto a chi quotidianamente cerca di ripartire per ricostruire storia e futuro della sua terra.

    Un evento nell’evento: nella sua prima edizione “Siena per” ospita “Emergente Sala”, la competizione annuale dedicata ai migliori maitre e responsabili di sala under 30. L’appuntamento, ideato da Lorenza Vitali e Luigi Cremona e divenuto punto di riferimento per chi opera nel settore, si articola in tre momenti che durante l’anno coinvolgono tre città (una al nord, una al centro e una al sud Italia) durante i quali vengono selezionati i candidati che poi si contenderanno la finale a Roma.

    Per la prima volta, Siena sarà scenario del prestigioso contest durante il quale i concorrenti, chiamati a sostenere una prova teorica e una prova pratica, saranno coinvolti nella cena che accompagna l’appuntamento senese e che sarà organizzata presso il Santa Maria della Scala.

    Aperta al pubblico, la cena di “Siena per” avrà un menù realizzato dallo chef Paolo Tizzanini de “L’Osteria dell’Acquolina” di Terranova Bracciolini e dal maestro gelatiere Antonio Lisciandro della gelateria Carabè di Piantravigne (frazione di Terranova Bracciolini).

    Il ricavato sarà devoluto in beneficienza all’associazione “Tutti i Colori del Mondo” di Norcia che si occupa di ragazzi disabili e la cui sede operativa è ancora inagibile.

    Per partecipare alla cena è possibile chiamare ai numeri 335 6447095 e 3202468328. La prenotazione è obbligatoria. Per i partecipanti è previsto un tour alla scoperta del Santa Maria della Scala che avrà luogo alle ore 19.

    Per informazioni:

    Servizio Promozione e Grandi Eventi – Piazza del Campo 1

    Tel. 0577 292128-2661; eventi@comune.siena.it;