Eventi

Gli eventi a Siena e dintorni

 

  • ven
    23
    Mar
    2018
    dom
    06
    Gen
    2019
    Siena Duomo

    Maestri a rischio
    23 marzo 2018 - 6 gennaio 2019

    Cosidetta Cripta del Duomo di Siena

    La mostra Maestri “a rischio”. Il cantiere del duomo di Siena e le “teste grandi” per la facciata del Battistero permette di vedere per la prima volta otto grandi sculture raffiguranti delle teste maschili e femminili, in origine collocate nella parte alta della facciata del Battistero senese, incompiuta rispetto al progetto originario.

    Le sculture sono state estratte dalla facciata per poterne garantire la conservazione e sono state sostituite in loco da calchi: la secolare esposizione delle sculture agli agenti atmosferici e all’inquinamento ha infatti provocato una generale corrosione degli strati superficiali del marmo e, in alcuni casi, delle fessurazioni e la forte alterazione dell’intaglio lapideo. Dopo un attento restauro, le sculture sono presentate al pubblico con un elaborato allestimento museografico, che evoca la loro funzione e collocazione originarie.

    Non è facile dire se la committenza intese affidare a queste sculture un qualche significato. Oggi ne percepiamo soprattutto la valenza ‘ornamentale’, che dovette almeno in parte presiedere fin dall’origine all’ideazione della serie, destinata a enfatizzare lo stacco della cornice marcapiano posta a coronamento di quest’ordine della facciata. Grazie alla capillare documentazione dei lavori nel cantiere della cattedrale nel corso del XIV secolo, sappiamo con certezza che nel 1355-1357 si stava lavorando in questa zona della fabbrica del duomo. Le sculture si possono così riconoscere come le otto conservate di una serie di “teste grandi” che furono realizzate nel corso dell’estate e dell’autunno dell’anno 1356. Solo le sculture collocate nella sezione centrale della facciata si sono conservate; sono invece perdute quelle delle aree sinistra e destra.

    La mostra, promossa e organizzata dall’Opera della Metropolitana, in collaborazione con Opera-Civita, è a cura di Roberto Bartalini (Università degli Studi di Siena) e di Alessandro Bagnoli (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Siena, Grosseto e Arezzo).

    Le sculture sono state restaurate da Giuseppe Donnaloia.
    Categorie
    Mostre
    Indirizzo

    Piazza Duomo
    Telefono
    0577 286300
    Email
    opasiena@operalaboratori.com
    Web
    www.operaduomo.siena.it

     

  • lun
    03
    Set
    2018
    lun
    31
    Dic
    2018
    Siena

    Mangia, prega, ama: un tour con degustazione
    3 settembre 2018 - 31 dicembre 2018
    Fonte Gaia, Piazza del Campo

    Da lunedì 3 settembre 2018 parte un nuovo tour serale del Centro Guide di Siena, per scoprire la città anche nei suoi aspetti più peculiari, come le contrade, e degustare alcuni suoi prodotti tipici: Mangia, prega, ama: un tour con degustazione.
    Con partenza ogni lunedì e giovedì alle ore 18, davanti a Fonte Gaia in Piazza del Campo, con una guida abilitata comprende una degustazione di prodotti locali e la visita di una delle 17 contrade, al costo di € 20.

    I biglietti sono acquistabili direttamente dalla guida prima della partenza.
    Possibilità di tour in doppia lingua, italiano e inglese.
    Per info e prenotazioni: info@guidesiena.it oppure telefonare a 0577 43273
    Costo ingresso: € 20

  • sab
    29
    Set
    2018
    sab
    04
    Mag
    2019
    Siena Biblioteca Comunale

    Giardini segreti
    29 settembre 2018 - 4 maggio 2019
    Santa Maria della Scala

    Alla Biblioteca Comunale degli Intronati di Siena (via della Sapienza, 3) tornano - fino al 4 maggio 2019 - gli appuntamenti con le letture animate per bambini. Per l’edizione 2018/2019 dal titolo Giardini Segreti, ideata dalla Biblioteca e curata da PromoCultura, EDA Servizi e Topi Dalmata.

    Si tratta di una serie di incontri gratuiti nei quali, tra letture e laboratori, i bambini verranno accompagnati in veri e propri itinerari tematici: sperimenteranno l’ascolto e il piacere della lettura, esploreranno linguaggi espressivi e artistici come il fumetto e la musica e, insieme con i loro genitori, scopriranno il libro come strumento di conoscenza e divertimento. Gli incontri propongono letture e attività sui sentimenti ed altri temi etici e sociali come l’ecologia, i diritti dei bambini, le pari opportunità, la violenza e il dialogo interculturale.

    Anche quest’anno protagonista della stagione sarà il grande Albero dei diritti, che si arricchirà di tante foglie nuove rappresentate dai pensieri dei bambini, frutto delle letture.

    Il progetto prevede uno speciale momento finale e una caccia al tesoro alla scoperta dei luoghi segreti della Biblioteca.

    La partecipazione è gratuita (massimo 25 partecipanti) con prenotazione obbligatoria telefonando al numero 0577 292636, in fascia oraria 9/19, oppure scrivendo una e-mail a biblioteca@biblioteca.comune.siena.it, verificando la risposta di conferma.

    Il calendario completo degli appuntamenti di “Giardini Segreti è pubblicato nel sito www.bibliotecasiena.it

  • gio
    25
    Ott
    2018
    gio
    06
    Giu
    2019
    Siena

    Siena Urban Running
    25 ottobre 2018 - 6 giugno 2019
    Via Camollia 201: h. 18.00

    Ogni giovedì, dal 25 ottobre 2018 al 6 giugno 2019, percorsi a sorpresa – camminando o correndo – che insieme alla attività fisica, permettono momenti di scoperta e conoscenza di luoghi meno conosciuti ed appuntamenti culturali di Siena, con distanze variabili: dai 6 agli 8 Km per i Running e dai 4 ai 6 per i Walkers.

    Un'occasione per fare sport coniugando anche salute e cultura.

    Costo ingresso: € 3,00 + assicurazione € 5,00 (solo la prima volta) per chi non è tesserato ad un ente sportivo

  • dom
    02
    Dic
    2018
    dom
    06
    Gen
    2019
    Siena Palazzo Pubblico

    Una storia in montura
    2 dicembre 2018 - 6 gennaio 2019
    Sala dei Costumi, Palazzo Pubblico
    Una storia in montura. Bozzetti e costumi comunali del Corteo Storico del Palio di Siena del 1981 è la mostra - nella Sala dei Costumi a Palazzo Pubblico - con la quale il Comune svela, per la prima volta, il processo creativo che, dopo il 1904, 1928 e 1955, ha portato all’ultimo rinnovo del Novecento dei costumi del Corteo Storico, quando fu aggiornata e rimodellata l'intera struttura della sfilata, portandone il numero dei partecipanti quasi a seicento.

    L’incarico fu affidato a cinque artisti: Donato Martelli, Bruno Marzi, Sebastiano Morichelli, Pierluigi Olla e Ezio Pollai, ma intrapreso solo dagli ultimi tre, in quanto Martelli morì prematuramente e Marzi lasciò il campo ai colleghi più giovani. L’epoca di riferimento si era ormai assestata al tardo Quattrocento, inizio Cinquecento, e fu mantenuta inalterata, registrandosi però un deciso e auspicato innalzamento del valore storico artistico dei costumi, grazie alla qualità che i bozzettisti e i costumisti riuscirono a garantire.

    Pisanello, Paolo Uccello e Piero della Francesca sono solo alcuni dei grandi artisti del passato che ispirarono il lavoro creativo. Grazie alla presenza dei confronti iconografici all’interno del percorso della mostra sarà possibile riconoscere le opere d'arte da cui è stato preso spunto. Un’attenzione filologica marcata anche dall’introduzione nel Corteo dell’inedita rappresentanza dell’antico Studio Senese, dei sei cavalieri legati alle più nobili e illustri famiglie senesi e dei balestrieri di Palazzo.

    I visitatori dell’esposizione si troveranno, quindi, nel meraviglioso spazio della Sala dei costumi di Palazzo Pubblico, per vedere e conoscere una vera e propria produzione artistica: il bozzetto e il costume che da questo ha preso vita. Un vero e proprio percorso cognitivo, reso ancor più affascinante da un gioco di luci in grado di esaltare oggetti e particolari all’interno di locali già di per sé carichi di fascinazione. A corredo anche la proiezione di un video dove gli artisti racconteranno le fasi e le scelte adottate per la realizzazione dei bozzetti.

    “Una storia in mostra” resterà aperta, ad ingresso libero, il martedì e giovedì fino al 6 gennaio 2019 in orario 16-19 compresi i festivi, escluso il 25 dicembre.

  • gio
    06
    Dic
    2018
    gio
    20
    Dic
    2018
    Siena

    Società di Esecutori di Pie Disposizioni e manicomio di San Niccolò
    6 dicembre 2018 - 20 gennaio 2019

    La mostra Società di Esecutori di Pie Disposizioni e manicomio di San Niccolò: un legame secolare. Storia dell'ospedale psichiatrico senese attraverso i progetti dei suoi edifici è aperta dal 6 dicembre 2018 al 20 gennaio 2019 nella sede della Società di Esecutori di Pie Disposizioni, in Via Roma 71 a Siena, e nell’attigua chiesa di Santa Maria degli Angeli detta del Santuccio, in ambienti che fecero parte dell'omonimo convento. L’antico coro delle monache, la sacrestia e la chiesa del Santuccio vengono eccezionalmente messi in comunicazione in occasione di questo evento, come in origine, per concessione del Polo Museale della Toscana.

    In esposizione progetti originali, foto d'epoca e documenti d'archivio che illustrano cronologicamente le principali tappe dell'espansione del villaggio manicomiale, con riferimento ai principii che ispirarono i suoi artefici (direttori medici del nosocomio, architetti ) e all'impegno profuso dall'ente fondatore.

    La storia inizia dal 6 dicembre 1818, quando fu inaugurato dalla Compagnia della Madonna sotto le volte dello Spedale – oggi Società di Esecutori di Pie Disposizioni - l’asilo per i dementi, i tignosi e le gravide occulte realizzato nel soppresso convento francescano di San Niccolò: da allora l’espansione del complesso manicomiale attorno al grandioso palazzo, che alcuni decenni dopo la fondazione dell’asilo aveva sostituito l’austero convento, fu continua e ridisegnò l’area urbana situata sia all’interno che all’esterno di Porta Romana.

    La stretta collaborazione tra alienisti e tecnici per connotare in senso terapeutico gli spazi dell’ospedale psichiatrico, fece sì che il manicomio ideale fosse strutturato, secondo i principi che guidavano nel diciannovesimo secolo la neonata scienza psichiatrica, nella forma di un microcosmo che, oltre a tutelare la società posta al di fuori delle mura perimetrali, riflettesse l’ordine del mondo esterno, simulasse la vita in famiglia e nel paese, consentisse l’attività lavorativa e lo svago.

    Il San Niccolò perseguì questo modello attraverso le creazioni di illustri architetti senesi come Agostino Fantastici, Vittorio Mariani, Primo Giusti, ma soprattutto grazie all’opera dell’architetto romano Francesco Azzurri e alle concezioni innovative del direttore Carlo Livi.

    Orario di apertura:
    dal martedì al giovedì 10 - 12.30
    dal venerdì alla domenica 10 - 12,30 e 16 - 18,30.
    Chiuso il lunedì, il 25 e 26 dicembre 2018 e il 1° gennaio 2019.

    L’accesso è gratuito
    Possibilità di visite guidate su prenotazione al 334 8418736.
    Telefono
    0577 286300

  • ven
    07
    Dic
    2018
    ven
    21
    Dic
    2018
    Siena

    Cantiere patrimonio
    7 dicembre 2018 - 21 dicembre 2018
    Museo di storia naturale dei Fisiocritici, Piazzetta Silvio Gigli 2

    Una mostra collettiva all’interno del Museo di Storia Naturale dell’Accademia dei Fisiocritici a Siena (Piazzetta Silvio Gigli 2) concluderà il progetto Cantiere Patrimonio - forme e materiali per le nuove generazioni, dall'idea alla produzione, il lungo percorso che ha impegnato il Siena Art Institute per un intero anno di iniziative dedicate alla rilettura creativa delle collezioni del Museo.

    Nel corso del 2018 Cantiere Patrimonio ha invitato al dialogo e allo scambio reciproco designer e artisti internazionali, artigiani, cittadini e studenti senesi di tutte le età che si sono relazionati e lasciati ispirare dalle collezioni del Museo di Storia Naturale dell’Accademia dei Fisiocritici. Tra fotografia, digital multimedia, ceramica e arte orafa, design, scrittura, disegno e pittura, sono molti gli interventi realizzati dai creativi professionisti o amatoriali che nei mesi passati sono entrati in dialogo con le collezioni storiche del Museo. Le opere creano un percorso che guida il visitatore alla scoperta di vetrine, sale e corridoi del Museo, invitando ad osservare e rielaborare creativamente il patrimonio di forme e simboli identitari che esso conserva.

    Il risultato di questi progetti creativi condivisi è ciò che il visitatore potrà osservare dal 7 al 21 dicembre 2018 all’interno del Museo dei Fisiocritici: opere d’arte, proposte di design, linee di oggetti di artigianato. Le opere percorrono le collezioni del Museo, disseminate tra vetrine ottocentesche, sale, cortili e corridoi, guidando il visitatore in una riscoperta creativa del proprio patrimonio culturale.

    Orario di apertura della mostra: da lunedì a venerdì ore 9.00 - 14.00.
    Costo ingresso: Ingresso gratuito
    Telefono
    0577 226607
    Email
    office@sienaart.org

  • ven
    07
    Dic
    2018
    dom
    06
    Gen
    2019
    Siena

    Il Natale a Siena
    7 dicembre 2018 - 6 gennaio 2019

    Ha la luce buona delle favole, il colore dei bei sogni “Il Natale a Siena”, il nuovissimo calendario di appuntamenti che dal 6 dicembre al 6 gennaio offrirà magia e divertimento in una delle più belle città italiane dove, per un intero mese, tante attrazioni e altrettanti spettacoli saranno capaci di far battere il cuore di grandi e piccini.

    Il viaggio nelle emozioni comincerà dalla Fortezza Medicea le cui mura imponenti abbracceranno lo stupefacente “Regno di Babbo Natale”: qui, il simpatico vecchietto seduto sul suo trono, incontrerà il pubblico vestendo i suoi abiti più regali e mostrando a tutti la sua grande casa con lo studio, la camera, la cucina e naturalmente il suo ufficio frequentato dagli Elfi che smisteranno le letterine a lui indirizzate.

    Tutto intorno sarà allestito il “villaggio incantato” con la stalla delle renne, il mondo dei balocchi, la regina dei ghiacci, il trucco delle meraviglie e la fabbrica del Natale, un universo abitato dai personaggi delle favole che usciranno dalle loro casette per giocare, parlare e offrire spettacoli ai bambini di ogni età, invitandoli a partecipare ai laboratori dove potranno dipingere, farsi truccare o imparare come si realizzano addobbi natalizi.

    L’area dei Giardini della Lizza invece accoglierà “Il paese del divertimento” un parco giochi fitto di giostre e attrazioni quali la slitta-bruco, il jumping, l’autoscontro per bambini, il tiro all'orso. Non mancherà una torre panoramica che permetterà davvero di toccare il cielo sopra Siena con un dito.

    Sempre ai Giardini della Lizza torna la pista di pattinaggio sul ghiaccio, appuntamento tanto amato e nella stessa area sarà allestito anche il Mercatino di Natale che proporrà una selezione di prodotti d’eccellenza.

    Infine, uno speciale trenino di Natale collegherà le vie del centro storico piene di luci e meravigliose vetrine al Regno di Babbo Natale.

    E i prossimi sabato 1 e domenica 2 dicembre, sarà un appuntamento ormai tradizionale e amatissimo come “Il Mercato nel Campo” ad annunciare e anticipare le atmosfere magiche de “Il Natale a Siena”. Due giorni in cui una delle piazze più belle del mondo torna alle sue origini medievali e rievoca il “mercato grande” proponendo i migliori prodotti della tradizione senese e alcune eccellenze provenienti da ogni parte d'Italia.

  • dom
    09
    Dic
    2018
    lun
    31
    Dic
    2018
    Siena

    Scatola magica
    9 dicembre 2018 - 31 dicembre 2018
    Galleria Beaux Arts, via Montanini, 38

    Scatola magica è il titolo della mostra di Stefano Mancini che da sabato 8 a lunedì 31 dicembre è ospitata dalla Galleria Beaux Arts a Siena, in Via Montanini 38.

    È un mondo popolato da personaggi fiabeschi, leggeri e colorati quello di Stefano Mancini, pittore di Portoferraio (Livorno), ma innamorato di Siena. Dame, cavalieri, regni fantastici sono protagonisti di opere polimateriche che accompagnano lo spettatore in un mondo onirico perennemente in bilico fra l’oggi e un medioevo. Mancini usa sapientemente colori, stoffe, materiali diversi per costruire scene teatrali dove il tempo è sospeso e tutto è magia.

    Stefano Mancini artista poliedrico, è scenografo e costumista teatrale. Impegnato nelle arti figurative e nell’arte applicata, a partire dagli anni ’90 si dedica alla pittura sperimentando tecniche materico-cromatiche con impreziosimenti di collage di carte e stoffe.

    E sempre presso la galleria Beaux Arts fino al 31 dicembre prosegue Opere uniche, la personale della pittrice Marta Czok, un racconto antropologico dove, con curiosità e ironia, l’artista smaschera abitudini, paradossi, piccoli grandi giochi di ruolo, e dove si incontrano vincitori e vinti protagonisti di quel teatro incessante che è la vita.

    Entrambe le mostre, ad ingresso libero, resteranno aperte fino al prossimo 31 dicembre.

    Costo ingresso: Ingresso libero
    Orario di apertura:
    lunedì dalle ore 16.00 alle ore 19.30
    dal martedì al sabato dalle ore 9:30 alle ore 13:00 e dalle 16:00 alle 19:30 – domenica chiuso.

    Telefono
    0577-280759
    Web
    http://www.artsiena.com

  • dom
    09
    Dic
    2018
    dom
    06
    Gen
    2019
    Siena

    Siena Classica
    9 dicembre 2018 - 6 gennaio 2019

    In occasione delle festività natalizie, tornano le visite guidate del Centro Guide di Siena denominate Siena Classica, rivolte ai visitatori individuali, in lingua italiana e inglese.

    Le date delle visite guidate sono:
    Sabato 8 e domenica 9 dicembre 2018
    Sabato 15 e domenica 16 dicembre 2018
    Dal 22 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019 tutti i giorni, ad esclusione del 25 dicembre e 1 gennaio

    La partenza è fissata alle ore 11.00 da piazza del Duomo davanti al Santa Maria della Scala.

    SIENA CLASSICA dal lunedì al sabato ore 11.00
    Visita guidata + ingresso alla Cattedrale - Durata della visita 2 ore circa.

    Splendido itinerario che, toccando i luoghi più significativi di Siena, permette di avere un'idea generale della città. La celebre piazza del Campo dove ogni anno da secoli viene corso il Palio, la piazza Salimbeni con la sede storica della Banca Monte dei Paschi, la vista della basilica di San Domenico, il palazzo Chigi Saracini sede della prestigiosa Accademia Chigiana, la cattedrale di Santa Maria Assunta dove Michelangelo, Donatello, Bernini e Giovanni Pisano hanno lasciato i loro capolavori.

    SIENA CLASSICA DOMENICALE domenica ore 11.00
    Visita guidata + ingresso al complesso museale Santa Maria della Scala - Durata della visita 2 ore circa.

    Il tour di Siena Classica propone, esclusivamente la domenica e nelle festività religiose, in abbinamento al tour in esterno attraverso le vie di Siena, la visita alla spettacolare complesso del Santa Maria della Scala, l’antico ospedale della città, con i meravigliosi affreschi del Pellegrinaio, la Fonte Gaia di Jacopo della Quercia e molto altro.

    Il biglietto costa € 20 a persona ingressi inclusi; € 10 per i bambini da 7 a 12 anni; gratis per i bambini fino a 6 anni.
    Il biglietto può essere acquistato: direttamente dalla guida prima della partenza del tour, presso l’Ufficio Informazioni di Siena in piazza Duomo presso il Santa Maria della Scala, oppure on line sul sito web www.guidesiena.it
    Telefono
    0577 43273

  • mer
    12
    Dic
    2018
    ven
    21
    Dic
    2018
    Siena Palazzo Sansedoni


    Siena dopo la Grande Guerra. Impressioni in bianco e nero
    12 dicembre 2018 - 21 dicembre 2018

    A Palazzo Sansedoni dal 12 al 21 dicembre 2018 Siena dopo la Grande Guerra. Impressioni in bianco e nero, con le foto della Collezione Ferruccio Malandrini.

    Una mostra in bianco e nero che celebra la vita e la fine degli orrori della Grande Guerra attraverso il rito collettivo delle rinnovate abitudini e della riscoperta della bellezza degli scorci della città di Siena. Luoghi, persone, attività commerciali che riaprono, scene di vita quotidiane, vita di Contrada e scatti di Palio fermati nel tempo grazie alla fotografia, risposta meccanica all’ossessione di immortalità dell’uomo, che trova conferma anche nei moderni rituali digitali.

    Un centinaio di pezzi, tra riproduzioni fotografiche ed oggetti d’epoca, trascineranno i visitatori in un viaggio nel tempo, indietro di un secolo negli scatti fotografici in bianco e nero provenienti dal Fondo Fotografico di Ferruccio Malandrini, acquistato dalla Fondazione nel 2005.
    Particolarmente originale l’allestimento con le riproduzioni fotografiche appese ad un filo di lana che si snoda lungo le scale e nei locali della Cappella dove gli ospiti troveranno alcune stampe di cartoline con grafica degli anni Venti sulle quali potranno scrivere un pensiero o una riflessione sul Natale, la grande guerra e la città. Le cartoline saranno appese all’albero di Natale e diventeranno parte integrante dell’allestimento.

    La mostra resterà aperta tutti i giorni, ad esclusione di domenica 17 dicembre, con i seguenti orari: 10.30-13.00 e 15.30-18.30.
    Costo ingresso: Gratuito

    Telefono
    0577 226406
    Email
    info@verniceprogetti.it
    Web
    http://www.verniceprogetti.it

  • ven
    14
    Dic
    2018
    dom
    05
    Mag
    2019
    Siena Santa Maria della Scala

    Dürer, Altdorfer e i maestri nordici dalla Collezione Spannocchi di Siena
    14 dicembre 2018 - 5 maggio 2019

    Santa Maria della Scala, piazza del Duomo

    La mostra Dürer, Altdorfer e i maestri nordici dalla Collezione Spannocchi di Siena riunisce opere della Pinacoteca Nazionale di Siena, del Museo Civico di Siena e delle Gallerie degli Uffizi provenienti dalla collezione Spannocchi.

    Il tema conduttore della mostra - ospitata al Santa Maria della Scala fino al 5 maggio 2019 - è la pittura nordica, ben documentata nella collezione settecentesca.

    La Collezione Spannocchi nasce nel 1774 dal matrimonio tra Caterina Piccolomini di Modanella e Giuseppe Spannocchi, membri di due famiglie senesi di antica nobiltà. Agli oggetti d’arte già presenti nelle sale del palazzo dello sposo, vicino alla basilica di San Domenico, andarono ad unirsi quelli portati in dote dalla giovane Piccolomini, molti dei quali provenivano dal Palazzo Ducale di Mantova, saccheggiato nel 1630 durante la Guerra dei Trent’anni, mentre altri erano giunti in città da Trento agli inizi del Settecento. Quella che si andò a creare in occasione di quest’unione matrimoniale era una collezione eccezionale per qualità e varietà, registrata con precisione nello stesso 1774 dall’abate Giovan Girolamo Carli, nel manoscritto intitolato Indice dei quadri esistenti in casa Spannocchi da S. Domenico.

    Nel 1835 gli eredi della coppia donarono alla Comunità Civica di Siena la quadreria di famiglia, che fu sistemata presso l’Istituto di Belle Arti, fino ad arrivare, agli inizi del Novecento, alla divisione della Collezione fra l'attuale Pinacoteca Nazionale e il Museo Civico di Siena. L’intento della mostra è di presentare una selezione di opere fra i numerosi “Quadri da stanza” di questa importante collezione, focalizzando l'attenzione sulla pittura nordica.

    Le opere esposte, provenienti dalla Pinacoteca Nazionale e dal Museo Civico di Siena, documentano svariati generi, in particolare scene sacre, ritratti, scene mitologiche, nature vive e morte, 'bambocciate', cacce, vedute e utopie. Tra i numerosi maestri d'oltralpe spiccano i nomi di Dürer e Altdorfer, quest'ultimo presente grazie al prestito delle due tavole, già in Collezione Spannocchi a Siena, con il Congedo e Martirio di San Floriano dalle Gallerie degli Uffizi. Chiudono l'esposizione due opere volutamente associate e richiamate dal titolo della mostra, Veduta di città ideale di Paul Vredeman de Vries e l'ardita Torre di Babele di notevole interesse iconografico.

    Fra i dipinti più importanti, preziosa risulta la tela di Albrecht Durer con il mirabile San Girolamo, firmato e datato 1514, l’elegante Lucrezia di pittore legato alla cerchia di Lucas Cranach, La decapitazione del Battista, attribuita ad un artista tedesco collaboratore di Altdorfer.

     

  • lun
    31
    Dic
    2018
    Siena

    Capodanno a Siena
    31 dicembre 2018

    Un Capodanno a Siena nel segno della musica, del divertimento e della festa in piazza.

    Piazza del Campo. Concerto di Alex Britti fino all’immancabile count down per salutare l’arrivo del 2019. Una serata imperdibile tra musica d’autore e indimenticabili hit che riportano un grande spettacolo di fine anno. Dopo Britti saliranno sul palco gli 80 Febbre per continuare a ballare fino a tarda notte. Non solo, oltre al concerto la Piazza del Campo per tutta la serata ospiterà elementi coreografici realizzati dalla scuola Badabam di Siena, specializzata in acrobazie aeree con trapezi e tessuti, e sarà attivo un Ledwall per la proiezione di visual durante il countdowncon immagini in diretta dalle altre piazze, alternando video mapping e immagini. Un vero e proprio evento itinerante dove si alterneranno musica e spettacoli nei luoghi più suggestivi della città.

    Piazza del Mercato. Divertimento assicurato con una kermesse di ballo, musica e stile che riporta la piazza agli anni '20/'30 con il ritmo sfrenato dello swing. Ad animare la serata l'alternanza di dj e un live di 6 elementi, Ivy & The Bounce, oltre alle esibizioni degli allievi della scuola di Swing Mood. Dalle 21.30, ingresso libero.

    Piazza Indipendenza. Sul palco saliranno i Parranda Groove Factory, un ensemble di musicisti eclettici che mescolano i ritmi carioca del samba con una componente elettronica molto coinvolgente per far scatenare il pubblico. Dalle 22.30, ingresso libero.

    Piazza Tolomei. Nella notte più lunga dell’anno saranno i Mambo Kids a riscaldare la piazza con sonorità caraibiche, salsa, cumbia, e ritmi latini. Una delle band più originali della Toscana all’insegna del puro ritmo. Dalle 22,30, ingresso libero.

    Foyer del Teatro dei Rinnovati. Un luogo suggestivo per un evento altrettanto suggestivo: gli Oblivion Tango in una Milonga di Capodanno elegante e sensuale, con la partecipazione dei migliori tangheri. Dalle 22.30, ingresso a pagamento fino ad esaurimento posti.

    Fortezza Medicea. Fino a tarda notte per scatenarsi con la musica clubbing di tendenza (techno, tech house, depp) in una tensostruttura a cupola con i dj locali e le crew che più si sono distinte negli ultimi anni nella produzione e organizzazione di eventi. Dalle 23 ingresso a pagamento fino ad esaurimento posti.

    Itinerante nel centro storico. Nel pomeriggio del 31 dicembre (dalle ore 18.30) le vie e le piazze si animeranno con i Bandainos, piccoli musicisti di Colle Val d'Elsa che propongono un repertorio di percussioni brasiliane. Spetterà a loro dare il via alla festa di Capodanno.

    Ufficio informazioni e accoglienza turistica

    Piazza Duomo 1- Siena
    Telefono
    0577 280551
    Email
    siena@terresiena.it