Eventi

Gli eventi a Siena e dintorni

 

  • ven
    29
    Nov
    2019
    lun
    24
    Feb
    2020
    Siena Santa Maria della Scala


    Al Santa Maria della Scala la Mostra Angeli e Artisti

    L’allestimento resterà aperto fino al 24 febbraio

    Per il cartellone di “Natale a Siena” dal prossimo 29 novembre e fino al 24 febbraio Siena dedica un grande progetto espositivo al tema degli Angeli che si terrà nel complesso museale Santa Maria della Scala. Angeli & Artisti, questo il titolo della mostra, inaugurata oggi, 28 novembre, alle ore 18.30 nell’ex Refettorio.

    Promosso e prodotto da Art Promoter Associazione Culturale in collaborazione con Bellavite NonSoloCarta ‐ Divisione Mostre & Eventi, la mostra Angeli & Artisti nasce da un progetto di Daniele Crippa, critico d’arte e presidente del Museo del Parco, Centro internazionale di scultura all’aperto di Portofino, che sarà presente all’inaugurazione. Creature alate, serafini, arcangeli e cherubini da secoli popolano l’arte figurativa.

    <<Il fascino di questa mostra – ha dichiarato lo stesso curatore – sta nel coinvolgimento dei tanti artisti che, hanno parteciperanno e che parteciperanno, all’interpretazione di una figura così classica e scontata al tempo stesso che nell’arte moderna si è liberata>>.

    Come dimostra ciò che è accaduto nella Iglesia de los Angeles a Salta, in Argentina.

    La Chiesa degli Angeli è stata voluta da Daniele Crippa, all’interno dell’estancia El Milagro, fondata una quindicina di anni fa dal critico d’arte nel pieno rispetto delle tradizioni locali e dell’ambiente circostante. Per le decorazioni interne della Chiesa Daniele Crippa ha chiesto a numerosi artisti, conosciuti nel corso del suo lavoro, di realizzare un’opera raffigurante un angelo.

    Più di cinquecento artisti italiani di fama, da Gillo Dorfles a Giosetta Fioroni, da Marco Lodola a Mimmo Paladino, hanno risposto all’invito di Crippa producendo la propria visione angelica. Ogni opera è stata poi trasferita da maestranze del luogo in mattonelle delle dimensioni di cm 20×20 per decorare le pareti di tutta la Chiesa. Si è venuto così a creare una sorta di gemellaggio artistico tra l’Italia e l’Argentina che ora viene rafforzato con l’esposizione di tutte le opere originali.

    <<L’angelo – ha poi ricordato Crippa – è presente nelle tre grandi religioni monoteiste. Questa mostra vuole essere un abbraccio collettivo simbolico con tutte>>.

    L’allestimento accompagna così il visitatore in un viaggio teso ad approfondire l’importanza dei messaggeri divini nella cultura contemporanea. Si tratta di una esposizione unica nel suo genere, una grande opera collettiva, testimonianza tangibile di un rinnovato incontro tra arte e spiritualità.

    La mostra, visitabile con il biglietto di ingresso del museo, è corredata dal volume Angeli & Artisti nella Iglesia de los Angeles pubblicato da Bellavite Editore.

    Angeli & Artisti è realizzata grazie al sostegno del Comune di Siena e sotto l’Alto Patrocinio Morale di Arzobispado de Salta – Argentina, Gobierno de la Provincia de Salta, Ministerio de Cultura y Turismo, República Argentina, Embajada de Italia – Buenos Aires, Istituto Italiano di Cultura – Buenos Aires.

    SCOPRI DI PIÙ

  • lun
    09
    Dic
    2019
    gio
    05
    Mar
    2020
    Siena Santa Maria della Scala


    PaginEchaurren

    La mostra PaginEchaurren, in programma dal 9 dicembre al 5 marzo, sarà inaugurata giovedì 5 dicembre alle ore 17.00 al Santa Maria della Scala presso i locali della Biblioteca Briganti.

    La mostra ospita una selezione di vari prodotti artistici su carta di Pablo Echaurren (Roma, 1951), scelti fra le micropitture degli esordi, affiancate da originali collage, e la sua vasta produzione come illustratore di copertine e di racconti a fumetti, fino ai recenti ‘libri d’artista

  • ven
    13
    Dic
    2019
    lun
    17
    Feb
    2020
    Siena Santa Maria della Scala


    Le forme dell’acqua

    Visto il grande successo di pubblico, sarà prorogata fino a lunedì 17 febbraio 2020 la mostra "Le forme dell'acqua" allestita ai “Magazzini della Corticella” del Santa Maria della Scala.

    Le opere dei due vincitori Fiorart, il premio che AdF ha voluto per sensibilizzare sul valore e sul consumo della risorsa idrica, in chiave sociale e culturale. Le due personali di Pengpeng Wang, vincitore per gli Under 29, e Andrea Amorusi, per gli Over 30,

    Il Premio ha il patrocinio della Regione Toscana, Provincia di Grosseto, il patrocinio, il sostegno e la collaborazione di Comune di Siena e Comune di Grosseto.

    Insieme ai vincitori, saranno visibili anche le opere delle menzioni speciali: Simona Eva Saponara, Sonia Ross e Adriano Veldorale.

  • sab
    14
    Dic
    2019
    lun
    02
    Mar
    2020
    Siena Santa Maria della Scala


    Generazione Bauhaus” in mostra al Santa Maria della Scala

    Dal 14 dicembre al 2 marzo, Santa Maria della Scala

    “Generazione Bauhaus” è dedicata al centenario della nascita della famosa scuola di Weimar (Germania) nel 1919, in contemporanea con grandi manifestazioni internazionali dedicate a questo evento. Il Bauhaus fu una scuola di architettura, design ed arti applicate, attiva fra le due guerre mondiali, che in poco tempo si trasformò in una forma di linguaggio espressivo unico e quasi mitico. Il movimento, che ha creato dal nulla uno stile all’avanguardia, compie 100 anni ma, ancora oggi, Bauhaus è sinonimo di purezza, modernità e fonte di ispirazione.

    Per l’occasione, il Comune di Weimar, gemellato da 25 anni con il Comune di Siena e l’Università Bauhaus hanno messo a disposizione della città una ricostruzione in forma ridotta, di un un cubo di vetro, della Direktorenzimmer, l’ufficio che Walter Gropius aveva disegnato come sua stanza ideale al Bauhaus di Weimar. L’opera sarà allestita all’esterno del Santa Maria della Scala.

    Inoltre, in esposizione, nella Sala San Pio, una selezione di oggetti d’arredo che attraversano l’arco di tempo che va da fine Ottocento fino agli anni Cinquanta del Novecento, in un percorso che muove dallo stile Arts & Crafts, passando per il Bauhaus fino al New Bauhaus americano. Opere di design di grande eleganza formale, che attraversano il tempo, oltre i condizionamenti delle mode e delle tendenze. Durante il vernissage verranno eseguiti brani di Johann Sebastian Bach eseguiti da solisti del Conservatorio Franz Liszt di Weimar.

  • ven
    10
    Gen
    2020
    dom
    31
    Mag
    2020
    Siena Santa Maria della Scala


    BrainControl Avatar al Santa Maria della Scala

    BRAINCONTROL AVATAR IN ANTEPRIMA MONDIALE AL SANTA MARIA DELLA SCALA DI SIENA PER LE VISITE DA REMOTO

    ll Complesso Museale Santa Maria della Scala di Siena è il primo museo dotato, a partire da oggi, di BrainControl Avatar, un servizio unico al mondo di accesso agli spazi espositivi dedicato alle persone con difficoltà motorie, che potranno così ammirare da remoto i prestigiosi ambienti museali e le importanti collezioni attraverso un alter ego robotico teleguidato.

    <<Sin dal nostro insediamento – ha detto il sindaco Luigi De Mossi – abbiamo portato avanti una serie di iniziative importanti in tema di disabilità. Siena deve essere fruibile da tutti e non può avere cittadini o turisti di serie A e serie B.

    Abbiamo anche per questo istituto la figura del Garante delle persone con disabilità e lanciato l’applicazione Siena Accessibile, solo per fare alcuni esempi. Così come abbiamo scommesso fortemente sullo spettacolo di Capodanno in Piazza del Campo, il messaggio che vogliamo lanciare è deciso e chiaro: Siena deve diventare fruibile a tutti e non devono esistere diversità.

    L’avatar che oggi presentiamo permetterà a tanti pazienti con grandi difficoltà motorie, di visitare il Santa Maria della Scala gratuitamente dalla propria abitazione e comunicare con gli altri visitatori e con la guida. L’avatar permetterà dunque di superare i seri problemi di emarginazione che troppo spesso vivono i pazienti con queste gravi disabilità motorie.

    Al mondo ci sono 20 milioni di pazienti con tetraplegie, oltre 3 milioni che non possono muovere nessun muscolo, nemmeno parlare. Da oggi si potranno collegare dalla propria abitazione al Santa Maria della Scala, dialogando con le loro onde cerebrali e muoversi nel museo attraverso l’Avatar. E’ un orgoglio per noi che sia Siena la prima città a livello internazionale a lanciare questo progetto>>.

    <<Da oggi – ha commentato il vicesindaco Andrea Corsi – viene resa ancora più evidente la vera natura di questo luogo, che non è e non potrà mai essere interpretato solo come un Museo. E’ nell’origine stessa della parola “ospedale” cioè “ospitale” che devono essere ricercate le ragioni del lavoro che presentiamo questa mattina. Il Santa Maria della Scala, grazie a BrainControl Avatar, permette visite immersive indipendentemente dalla distanza che separa il visitatore dagli spazi espositivi, per offrire esperienze uniche e personalizzate. Un progetto fortemente voluto dall’amministrazione comunale per rendere sempre più inclusiva e accogliente la nostra città, e realizzato anche grazie alla grande sensibilità e attenzione dimostrata dallo sponsor>>.

    Collegandosi da remoto a BrainControl Avatar sarà possibile pilotare l’avatar robotico per muoversi all’interno degli spazi in modo del tutto autonomo, osservare gli oggetti in maniera ravvicinata ed interagire con il pubblico presente. Realizzato dalla società Liquidweb s.r.l., si tratta di un servizio avanzato di accessibilità, grazie al quale il Comune di Siena, con il contributo di UBI Banca, pone il Santa Maria della Scala all’avanguardia nel campo dell’innovazione tecnologica e dell’inclusione sociale.

    Il servizio è rivolto, in prima battuta, a persone con diversi gradi di disabilità, fino alle persone in stato di Locked-In (LIS) o completely LIS. Il dispositivo integra infatti differenti modalità di interazione, dal simulatore di mouse ai puntatori oculari, fino alla modalità BCI (Brain-Computer Interface), che interpreta e classifica le onde cerebrali generate dal movimento immaginato.

    Braincontrol Avatar è una delle funzionalità di BrainControl AAC, un dispositivo di Comunicazione Aumentativa Alternativa realizzato dall’azienda senese Liquidweb, che ha ricevuto molti riconoscimenti a livello internazionale per la sua capacità innovativa e per l’attenzione alla qualità della vita delle persone con gravi disabilità motorie ed ai loro care-givers, aiutandoli a superare le difficoltà comunicative e di interazione.

    <<BrainControl nasce per restituire la possibilità di comunicare a coloro che conservano abilità cognitive intatte, ma soffrono di malattie neuro-muscolari di tipo degenerativo come Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA), sclerosi multipla, o convivono con danni cerebrali di origine ischemica o traumatica. Essere riusciti ad integrare una funzionalità che permette a queste persone di visitare in modo indipendente siti di vario interesse, mostre e musei è un sogno che porto avanti da tempo e che oggi si è realizzato grazie al nostro team>>, afferma l’Ing. Pasquale Fedele, CEO di Liquidweb, <<dobbiamo ringraziare il Comune di Siena e il Museo per aver accolto questa proposta di grande impatto sociale ed UBI Banca per aver sponsorizzato l’iniziativa che consentirà la fruizione gratuita per le persone con difficoltà motorie. In futuro contiamo di estendere la partnership con altri siti culturali, ma anche con altri soggetti per la fruizione del servizio in diversi ambiti, come ad esempio gli eventi sportivi>>.

    Con l’avatar robotico sarà possibile visitare il complesso museale attraverso un’esperienza veramente immersiva: il sistema infatti permette di muoversi negli spazi, regolare audio, video e altezza del campo visivo autonomamente e quindi ammirare gli oggetti in maniera ravvicinata, leggere le didascalie e osservare i particolari. Inoltre è possibile interagire con l’ambiente circostante in quanto il monitor e gli altoparlanti a bordo consentono al visitatore da remoto, se lo desidera, di rendersi visibile a distanza e relazionarsi con gli altri visitatori e le guide presenti all’interno del museo, dando spazio a una personificazione dell’avatar che permette l’interazione con le persone intorno.

    <<Il contributo di UBI Banca al Comune di Siena per la realizzazione dell’innovativo progetto di inclusione sociale presentato oggi conferma il ruolo di riferimento svolto a fianco del tessuto culturale e sociale, oltre che economico, del territorio senese per la realizzazione di iniziative di eccellenza a livello nazionale>>, ha dichiarato Fabio Viti, responsabile della Direzione Territoriale Siena, Livorno, Grosseto di UBI Banca. <<Anche attraverso interventi come questo, UBI Banca, in linea con il claim “Fare banca per bene”, prosegue nella volontà di sviluppare un modello di business sostenibile, ponendosi come partner di valore sia per la tutela del risparmio sia per il sostegno all’economia delle comunità servite con l’erogazione di finanziamenti, mutui e prestiti a supporto di famiglie e imprese>>.

    <<Permettere alle persone con disabilità motorie di visitare il complesso museale significa consentire loro di accedere alla cultura e all’arte superando qualsiasi barriera e contribuendo in modo significativo al loro benessere” – Commenta Riccardo Tramezzani, Responsabile Area UBI Comunità di UBI Banca. “L’adesione al progetto “Braincontrol per Santa Maria della Scala” garantisce accesso equo alla cultura per tutti e la diffusione del patrimonio culturale italiano oltre le mura del Museo, in coerenza con gli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, framework di riferimento per le attività di UBI Banca>>.

  • sab
    18
    Gen
    2020
    sab
    28
    Nov
    2020
    Siena


    Passeggiate d’Autore 2020

    Diciassette storie, un’unica storia.

    Passeggiate d’autore nelle Contrade di Siena

    Itinerari per raccontare le strade, i vicoli, gli edifici, le antiche pietre dei rioni di Siena. Per ripercorrere la storia di quelle diciassette ‘repubbliche’ che ancora nel terzo millennio esprimono vitalità, tramandano memoria e tradizioni, conservano tesori artistici, testimoniano umanità. Anteprima sabato 30 novembre (Sala delle Lupe, Palazzo Pubblico).

    Itinerari per raccontare le strade, i vicoli, gli edifici, le antiche pietre dei rioni di Siena. Per ripercorrere la storia di quelle diciassette ‘repubbliche’ che ancora nel terzo millennio esprimono vitalità, tramandano memoria e tradizioni, conservano tesori artistici, testimoniano umanità. E – certo non ultima cosa – hanno fatto sì che il Palio di Siena vivesse ininterrottamente nel tempo in forza di uno splendido paradosso: si gioca alla discordia per ritrovarsi uniti in un unico spirito. Prenderanno il via il 18 gennaio le Passeggiate d’autore 2020 “Diciassette storie, un’unica storia” il cui filo conduttore prevede una visita a tutte diciassette le contrade del Palio di Siena con approfondimenti sui rispettivi territori, musei, oratori.

    Programma

    CONTRADA DELLA CHIOCCIOLA
    18 gennaio

    CONTRADA CAPITANA DELL’ONDA
    25 gennaio

    CONTRADA DELLA PANTERA
    8 febbraio

    CONTRADA DELLA SELVA
    15 febbraio

    CONTRADA DELLA TARTUCA
    22 febbraio

    NOBILE CONTRADA DELL’AQUILA
    29 febbraio

    CONTRADA PRIORA DELLA CIVETTA
    7 marzo

    CONTRADA DEL LEOCORNO
    14 marzo

    NOBILE CONTRADA DEL NICCHIO
    21 marzo

    CONTRADA DELLA TORRE
    4 aprile

    CONTRADA DI VALDIMONTONE
    10 ottobre

    NOBIL CONTRADA DEL BRUCO
    17 ottobre

    CONTRADA DEL DRAGO
    24 ottobre

    IMPERIALE CONTRADA DELLA GIRAFFA
    7 novembre

    CONTRADA SOVRANA DELL’ISTRICE
    14 novembre

    CONTRADA DELLA LUPA
    21 novembre

    NOBILE CONTRADA DELL’OCA
    28 novembre

  • sab
    25
    Gen
    2020
    gio
    31
    Dic
    2020
    Monte Amiata


    Il Monte Amiata: tutti gli eventi

    Corsi di escursionismo e di speleologia e tantissimi altri eventi fanno parte del ricco programma 2020 del Monte Amiata. Fino al 20 dicembre 2020

    Clicca qui per il programma completo

  • ven
    07
    Feb
    2020
    ven
    28
    Feb
    2020
    Siena


    Tra nature morte e paesaggio
    Mostra personale di pittura di Angiolo Benedetti
    Accademia dei Fisiocritici

    Inaugurazione 7 Febbraio ore 17.30
    Visitabile fino al 28 febbraio 2020

    “Tra nature morte e paesaggio” è il titolo della mostra personale di pittura di Angiolo Benedetti ospitata nel suggestivo seminterrato del Museo di Storia Naturale dell’Accademia dei Fisiocritici. Sarà inaugurata nell’aula magna dell’Accademia il 7 febbraio alle ore 17.30 con la presentazione del critico d’arte Paolo Fiorenzani e rimarrà visitabile fino al 28 febbraio con il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 14 e nei giorni 11 e 25 febbraio anche dalle 15 alle 19, sempre a ingresso libero.

    L’esposizione è organizzata dalla Sezione di Siena della FEDERSPeV (Federazione Sanitari, Pensionati e Vedove Medici-Veterinari-Farmacisti) con il patrocinio dell’Accademia dei Fisiocritici.
    Clicca qui per visualizzare la locandina

    Angiolo Benedetti nasce nel 1944 a Pisa dove si laurea in Medicina e Chirurgia nel 1970. Docente di anatomia patologica e clinica all’Università di Siena fino al 2011, si ritira dall’attività di docenza e di ricerca nel 2015. Da allora si dedica alla pittura che nel tempo libero ha sempre coltivato sin da giovane. Inizia con i paesaggi ispirandosi ai pittori della seconda metà dell’Ottocento toscano. Dipinge dal vero su piccole tavolette: il tocco è rapido e la pennellata fluente. Sempre dal vero, si dedica al ritratto ed in particolare alla natura morta costruita “scientificamente” nel suo studio. Se nella pittura di paesaggio ci sono dei paralleli con la pittura macchiaiola, nella natura morta non lascia intravedere collegamenti con artisti precedenti: il suo occhio scientifico gli ha permesso di indagare e risolvere magistralmente le difficoltà che si potevano incontrare nel rappresentare tali soggetti.

  • ven
    14
    Feb
    2020
    dom
    01
    Mar
    2020
    Siena


    Ma noi chi siamo?

    “MA NOI CHI SIAMO?”: LA RISPOSTA NELLE OPERE DI ALESSANDRA ZINI IN MOSTRA ALLA GALLERIA OLMASTRONI
    Dal 14 febbraio al 1° marzo

    “Ma noi chi siamo?”: è questo il titolo della mostra di Alessandra Zini ospitata, dal 14 febbraio al 1° marzo, alla Galleria Cesare Olmastroni (via di Città, 75). <<Il mio progetto – come spiega l’artista emiliana – si sviluppa su diverse forme espressive imprescindibili tra loro: digitalart, scultura e pittura, legate insieme dal tema dell’ambiente, per un totale di 35 opere. Ho scelto questa tematica per analizzare in modo più profondo il rapporto e l’influenza che l’essere umano ha con esso arrivando a comprendere la potenza e la miseria dell’uomo stesso. Un percorso a tre velocità: minuzioso e veritiero con la tecnica della digitalart, elegante e leggero con la pittura di figure che non sembrano pericolose, fino alla scultura dove tutto diventa più immobile ed eterno, ma le ombre sul muro ci ricordano che possono ancora agire e continuare la loro azione>>. E proprio le ombre sono da sempre la passione di Zini che danno vita a figure in continua trasformazione con differenti materiali in una vera e propria lotta tra bianco e nero per arrivare alla fine a sostenersi a vicenda. Al blu di Prussia è concesso ogni tanto di intrufolarsi in questo <<viaggio che continua perché le ombre la seguono sempre>>. La mostra, a ingresso libero, resterà aperta tutti i giorni con orario 15.30-18.30.

    Alessandra Zini: nata a Reggio Emilia, si diploma all’Istituto d’Arte del capoluogo ed in seguito presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Durante gli anni accademici vince il 1° premio “ Belle Arti: tendenze artistiche emergenti” e successivamente finalista per due edizioni “Premio Arte” Giorgio Mondadori editore. Alessandra espone le sue opere ad ImmaginaArte di Reggio Emilia, Galleria Art Point Black di Firenze, Art Expo Di New York City, Galleria Maragall Edicions di Barcellona. Si unisce ad un collettivo di artisti che gestisce lo Spazio d’Arte “Ateliersviaduegobbitre” in un antico palazzo nel centro storico di Reggio Emilia, dove organizzano regolari mostre d’arte con numerosi artisti italiani e stranieri.

  • sab
    22
    Feb
    2020
    dom
    23
    Feb
    2020
    Siena


    Terre di Siena Ultramarathon

    Week end di podismo il 22 e 23 febbraio, con mostre, visite guidate e passeggiate
    L’assessore allo sport del Comune di Siena: “Appuntamento ormai fisso nel panorama nazionale”
    Benini: “Terre di Siena Ultramarathon, sport e valorizzazione del territorio”

    Correre immersi negli splendidi scenari delle Terre di Siena, ma non solo. Sono infatti tantissime novità fra nuovi percorsi, eventi ludici per tutte le età: torna il 22 e 23 febbraio la due giorni di podismo (e non solo) “Terre di Siena Ultramarathon”, organizzata dal Comitato Uisp di Siena in collaborazione con Comune di Siena, Comune di Colle val d’Elsa, Comune di San Gimignano e Comune di Monteriggioni, Università di Siena, Vernice Progetti Culturali. Domenica 23 febbraio la corsa con tre percorsi (50, 32, 18 km) che si concludono in Piazza del Campo a Siena e che uniscono sport, cultura, enogastromia e eccellenze del territorio; il programma è poi arricchito da una passeggiata ludico motoria e un trekking. Nella stessa giornata eventi, visite e una festa in maschera in Piazza del Campo. Programma intenso anche per il giorno precedente: sabato 22 febbraio, infatti, apre l’expo per il ritiro dei pettorali e pacchi gara, ma sono in programma un convegno scientifico, visite guidate ad alcuni palazzi storici dell’Università di Siena e suggestive passeggiate lungo le mura della città.

    “Il programma delle Terre di Siena – commenta l’assessore allo sport del Comune di Siena Paolo Benini – è quest’anno particolarmente ricco. Accanto alla corsa podistica, diventata appuntamento tradizionale nel panorama nazionale, tutta una serie di eventi che si estrinsecano nel rapporto fra sport, salute e benessere. Come amministrazione stiamo poi fortemente lavorando alle tematiche legate al turismo sportivo: manifestazioni cioè che funzionino anche come volano per la valorizzazione delle eccellenze del territorio senese”. “La Ultramarathon Terre di Siena – afferma ancora Benini – è un esempio in questo senso: unisce la performance sportiva alla bellezza di vivere il territorio e le sue peculiarità. Stiamo lavorando anche a ulteriori iniziative nei giorni precedenti sulle tematiche relative a sport e salute. La Ultramarathon aprirà i quattro week end della Siena Sport Week End, l’evento che anche nel 2020 coinvolgerà tantissime associazioni sportive del territorio e che quest’anno l’amministrazione comunale ha voluto declinare attraverso un apposito bando per allargare il più possibile la partecipazione e allo stesso tempo organizzarla in maniera attenta. Daremo vita a una serie di eventi che celebrano lo sport in tutte le sue forme e i suoi valori culturali”.
    Il programma completo.
    Sabato 22 febbraio alle ore 10 (fino alle ore 20) si apre l’Expo della manifestazione presso il rettorato dell’Università di Siena, dove gli iscritti potranno ritirare pacchi gara e pettorali. Dalle 10 parte anche “Siena Comics for Kids”, il festival organizzato dalla Scuola Fumetto e Scrittura di Siena e Comune di Siena, dedicato al fumetto per ragazzi e che si tiene a Siena in concomitanza con la “Terre di Siena”: prevede incontri in Biblioteca Comunale degli Intronati e una mostra mercato presso Piazza del Mercato, oltre che visite guidate a Palazzo Sansedoni e il laboratorio “Green Girl” con il collettivo Mammaiuto. Nel programma delle “Terre di Siena Ultramarathon” è stata confermata la collaborazione con l’Università di Siena, che prevede, oltre al ritiro dei pacchi gara presso il Rettorato (in via Banchi di Sotto), anche la possibilità di effettuare visite guidate all’ex villaggio manicomiale (San Niccolò), Palazzo del Rettorato, Osservatorio Meteorologico e Accademia dei Fisiocritici (ore 11, 14,30, 16). Sempre sabato 22 febbraio alle ore 14,30, in collaborazione con l’associazione Le Mura di Siena, il gruppo Trekking Senese e la sezione di Siena Unicoop Firenze, l’Uisp organizza una passeggiata lungo le mura, con partenza da Piazza del Campo. Infine alle ore 17,30 presso la Sala delle Lupe di Palazzo Pubblico è in programma il convegno scientifico “I benefici e i limiti dello sport: una pratica attenta per ottenere il meglio” che vede la partecipazione di Flavio D’Ascenzi, cardiologo dello Sport all’Università di Siena, con un intervento dell’importanza dello screening di prevenzione e di Marco Bonifazi, professore di Fisiologia umana e coordinatore della scuola di specializzazione in Medicina dello Sport dell’Università di Siena, con un intervento dei limiti dell’adattamento allo sport. Coordina il convegno il giornalista Alessandro Lorenzini.

    Domenica 23 febbraio è la giornata alle gare. Alle ore 9 la partenza per la San Gimignano-Siena (50 km); alle ore 9,30 per la Colle val d’Elsa –Siena (32 km) e alle ore 10 per Monteriggioni –Siena (18 km). Attivato come sempre un servizio navetta da Siena alle partenze. Sempre domenica, alle ore 10, è in programma anche una passeggiata ludico motoria di 10 km, con partenza dalla zona dell’Acquacalda e arrivo in piazza del Campo, a cui è possibile partecipare in maschera. Alle ore 9,30 parte invece da piazza del Campo un “Trekking nelle Valli Verdi”, organizzato da Associazione Le Mura di Siena, il gruppo Trekking Senese e la sezione di Siena Unicoop Firenze: un percorso all’interno delle valli intorno al centro storico di Siena. Dalle 10 in poi proseguono gli eventi di “Siena Comics for Kids” che prevedono alle ore 15 e alle ore 16 due laboratori per costruire proprie maschere e propri costumi di Carnevale all’interno del Tartarugone di piazza del Mercato. Dopo le premiazioni della manifestazione (previste per ore 14), in piazza del Campo previsto infatti il “Carnevale per tutti”: una grande festa in maschera con musica dal vivo, che conclude la due giorni di sport e divertimento. Per informazioni e iscrizioni: www.terredisienaultramarathon.it, email ultramarathon.siena@uisp.it, profilo facebook Terre di Siena Ultramarathon.

  • sab
    22
    Feb
    2020
    dom
    23
    Feb
    2020
    Siena


    Siena Comics for Kids

    SIENA OSPITA IL PRIMO FESTIVAL DEL FUMETTO PER RAGAZZI
    Dal 22 al 23 febbraio, una due giorni ricca di eventi in città

    “Siena Comics for Kids”, il primo Festival del fumetto per ragazzi in scena dal 22 al 23 febbraio 2020 in una due giorni ricca di eventi e iniziative volte a valorizzare un’arte che è al pari della pittura, della poesia e della letteratura. Una forma creativa di comunicazione che usa il disegno per rappresentare e interpretare la realtà. L’evento, unico nel suo genere, che avrà come filo conduttore il tema dell’ambiente, è stato organizzato dalla Scuola di Fumetto e Scrittura di Siena di Daniele Marotta e il Comune di Siena, in collaborazione con Vernice Progetti Culturali, Comicon, Collettivo Bandagialla e l’Università degli Studi di Siena.

    <<Un progetto ambizioso – ha affermato l’assessore alla politiche giovanili Clio Biondi Santi – che vuole dare voce alla creatività e ai linguaggi più diretti e attuali dei giovanissimi senza dimenticare l’importanza di uno scambio tra generazioni, genitori e figli, su un tema, così importante, come quello dell’ambiente. Siena si trasforma così nel luogo dove poter riprogettare, attraverso la fantasia, un futuro diverso raccontato con gli occhi del domani>>.

    Il cuore pulsante di questo Festival sarà Piazza del Mercato dove, sotto il Tartarugone, si terrà una mostra mercato. Qui, editori, commercianti privati, autori professionisti, associazioni e collettivi daranno appuntamento a famiglie e appassionati. Location che ospiterà anche i lavori più belli dell’iniziativa: “disegna il futuro”, una visione personale realizzata dagli studenti delle scuole medie e superiori senesi, selezionati dalla Scuola di Fumetto. E ancora prima “galleria” delle opere del progetto Green Girl di Fondazione MPS con il collettivo Mammaiuto sul riciclo, l’alimentazione, la sostenibilità e il rispetto della terra.

    <<L’intento – come ha spiegato Marotta – è quello di coinvolgere un pubblico di giovani e le loro famiglie in un mondo, quello del fumetto per ragazzi, oggi spesso schiacciato tra il graphic novel e la riscrittura in chiave adulta del fumetto supereroistico e di genere>>.

    In calendario anche workshop e laboratori per grandi e piccini e incontri con autori del settore come quello con Federico Bertolucci, ideatore del manifesto di “Siena Comics for Kids” e due volte candidato al premio Eisner del Comicon di San Diego, gli oscar del fumetto, alla Biblioteca degli Intronati, dove i corridoi prenderanno vita grazie ad una selezione delle sue tavole. Ma anche una mostra sulla storia del fumetto e spazi dedicati ad alcuni dei protagonisti, in carne e matita, del fumetto italiano.